Allarme farmaci in Italia: 3.200 medicinali introvabili: perché e come fare

Nella metà dei casi si tratta di cessazione dei farmaci, che quindi sono sostituibili con altri a disposizione della farmacia.

Carenza medicinali in farmacia (generica) - Foto di Pexels.com
Carenza medicinali in farmacia (generica) – Foto di Pexels.com

I farmaci antinfiammatori scarseggiano nelle farmacie, che sono state prese d’assalto dai cittadini a causa dell’influenza stagionale e del Covid. La stessa sorte tocca agli antivirali e agli antibiotici e la situazione va avanti dal periodo di Natale.

La notizia della carenza sta peggiorando la situazione, perché i cittadini stanno effettuando scorte di medicinali per evitare di restarne senza. Nel rapporto dell’Aifa pubblicato il 3 gennaio, mancano all’appello 3.198 medicinali, tra cui Moment, Neo borocilina, Nurofen, Spididol, Tachipirina, Efferalgan, Tachifludec e Amoxicillina e altri tra antivirali, antinfiammatori e antibiotici.

Allarme farmaci, Federfarma: “Non è un’emergenza”

Nella metà dei casi si tratta di cessazione dei farmaci, che quindi sono sostituibili con altri a disposizione della farmacia. Ma in altri casi invece, si tratta di una vera e propria mancanza. Tuttavia Federfarma ha specificato che non si tratta di un’emergenza, bensì di un mero rallentamento causato dalla concomitanza di Covid e influenza.

Allarme farmaci: le soluzioni di Federfarma

La Federazione ha invitato i cittadini a non assaltare le farmacie per il rischio di peggiorare la situazione. Ma come si può ovviare al problema? Una delle soluzioni potrebbe essere sostituire un farmaco mancante in quel momento con uno che abbia lo stesso principio attivo. Lo spiega Marco Cossolo, presidente di Federfarma al Corriere della Sera: “Tenendo conto del principio attivo, il farmacista può benissimo consigliare un medicinale equivalente”, specificando forma e dosaggio “che il paziente può assumere senza problemi”. 

Un’altra alternativa è lavorare sulla misurazione. Ad esempio, riporta il Corriere, se l’ibuprofene 600 non è momentaneamente disponibile, si possono sommare tre dosi da 200. Si può rimediare anche alla carenza della versione in sciroppo: “è un problema soprattutto nelle preparazioni pediatriche, dal momento che ai bambini non si possono somministrare capsule e pastiglie, ma anche a questo si può rimediare allestendo il preparato nei laboratori galenici“, che molte farmacie hanno.