Meteo, prossima settimana segnata dall’aria gelida: nuova fase di maltempo

Il meteo della prossima settimana sarà caratterizzato dal ritorno dell’aria gelida, pronta a portare ancora maltempo sulla penisola: cosa succederà.

La situazione meteorologica sulla penisola italiana è destinata a rimanere instabile a causa dell’arrivo dell’aria gelida di origine artica. Infatti le piogge caratterizzeranno gran parte della nuova settimana: tutte le previsioni.

Meteo
La situazione meteorologica sulla penisola (via Pixabay)

Anche la prossima settimana si preannuncia molto movimentato dal punto di vista meteo. Infatti avremo dell’aria gelida che caratterizzerà un nuovo ciclone, responsabile della fase di maltempo che si abbatterà sull’Italia. Entro la giornata di Santa Lucia avremo quindi una sciabolata artica, pronta a scendere anche verso il nostro Paese, provocando conseguenze pesanti. Infatti secondo l’ultimo aggiornamento avremo la prima seria ondata fredda della stagione e attenzione perché ci saranno verosimilmente sorprese di neve fino in pianura.

Sull’Italia quindi si può notare come una vasta area di bassa pressione, centrata sull’Europa orientale, riuscirà a richiamare una poderosa irruzione di aria gelida di estrazione artica, pronta ad espandersi su tutto il Vecchio Continente. Le correnti gelide quindi investiranno l’Italia con le temperature che crolleranno, scendendo di diversi gradi e portandosi ben al di sotto delle medie climatiche e con valori anche al di sotto dello zero. Scopriamo quindi cosa succederà nel corso della giornata odierna.

Meteo, la nuova settimana si apre nel segno del freddo: cosa sta succedendo

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola (via Pixabay)

I modelli meteorologici continuano a proporre scenari nevosi fino a bassa quota su diverse località del Nord per l’entrante settimana. Il deterrente sarà proprio il freddo intenso che si accumulerà sul catino padano tra domenica e lunedì e che potrà resistere fino a quando da ovest non sopraggiungerà una perturbazione collegata a un vortice atlantico. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa sta succedendo sui tre settori principali del paese.

Sulle regioni del Nord Italia avremo sin dalle prime ore del mattino cielo poco nuvoloso , salvo nubi al mattino sulla Romagna. Mentre invece avremo anche dei banchi di nebbia nelle ore più fredde lungo il Po. Le temperature risulteranno in ulteriore calo, con massime che andranno dai 3 ai 6 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo anche qui un cielo poco nuvoloso che aprirà la giornata sul versante adriatico con residue piogge sulle Marche. Altrove invece ci saranno delle ampie schiarite con cielo parzialmente nuvoloso. Anche qui i valori termici risulteranno in ulteriore calo, con massime che oscilleranno dagli 8 ai 13 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo al mattino un cielo tra parzialmente nuvoloso e nuvoloso. Mentre invece le piogge continueranno a bagnare specialmente Molise, Puglia, Lucania, Calabria e nord Sicilia. Un ulteriore calo colpiranno le temperature, con massime che non andranno oltre i 12 ed i 16 gradi.