Terribile lutto nello sport: si è tolto la vita in queste ore

Un terribile lutto ha sconvolto il mondo dello sport nelle ultime ore, in particolare quello del ciclismo: si è tolto la vita poco fa. 

Terribile scomparsa nel mondo dello sport. Infatti una delle personalità note del ciclismo ha scelto di togliersi la vita proprio in queste ore. La notizia in poco tempo ha fatto il giro del web: di chi si tratta.

Lutto Sport
Terribile giornata per il mondo dello sport (via Ansa Foto)

In queste ore il mondo del ciclismo sta piangendo la morte di Marc Bracke. L’uomo era il Team Manager del Team Doltcini-Van Eyck Sport, attivo nel ciclismo femminile, ed è stato trovato senza vita nelle scorse ore. L’uomo era anche la figura più importante nello staff della squadra belga, ma su di lui negli ultimi anni è piombata addosso l’accusa di abusi sessuali da parte di alcune sue atlete. Proprio per questa accusa l’UCI lo ha condannato ad una squalifica di tre anni.

Le forze dell’ordine hanno trovato il corpo del 53enne dirigente fiammingo nella sua abitazione di Avelgem, nelle Fiandre, e stava scontando l’ultimo anno e mezzo di squalifica. La notizia ha fatto subito scalpore ed ha fatto subito il giro dei colleghi di Marc. Uno di questi è lo spagnolo Denis Gonzales, che da anni fa parte del Team basco Bizkaia – Durango. Gonzales ha commentato la scomparsa scrivendo: “Il mio amico Marc ci ha lasciati. Riposa in pace“.

Lutto nel mondo dello sport, morto Marc Bracke: era team manager nel ciclismo femminile

Lutto Sport
Il manager morto in queste ore (Via WebSource)

In queste ore è stato ritrovato senza vita il corpo di Marc Bracke, manager del ciclismo femminile. Negli scorsi anni era stato accusato di molestie sessuali dalle atlete Marion Sicot (Francia) e Sara Youmans (Stati Uniti), secondo le quali Bracke chiedeva esplicitamente foto in bikini delle cicliste che sarebbero entrate a far parte della squadra. Dopo quello scandalo la sua reputazione andò in frantumi.

Delle accuse che erano impossibili da sopportare per il manager belga che nonostante tutto si è sempre dichiarato innocente respingendo ogni accusa. A scagionarlo ci ha pensato anche un tribunale francese dando la colpa ad un fraintendimento provocato dalla scarsa conoscenza dell’inglese. Anche il canale italiano di Doltcini ha salutato il manager scrivendo sui social: “Con grande tristezza anche Doltcini riceve la notizia della morte improvvisa di Marc Bracke“, infine l’azienda si è stretta intorno al dolore della famiglia del belga.