Gasparri propone Ddl sull’aborto: scontro con il Pd

La presidente dei senatori Dem Simona Malpezzi definisce le proposte "inaudite". 

Maurizio Gasparri - Foto di Ansa Foto
Maurizio Gasparri – Foto di Ansa Foto

I progetti di legge già depositati in questo inizio di legislatura alla Camera e al Senato sono oltre 500, ma tra quelli che faranno discutere è stato presentato dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, che mira a modificare il riconoscimento della capacità giuridica del concepito.

L’opposizione ha già definito questo Dl “antiabortista” e che sarebbe aggravato dall’altro testo, sempre a firma di Gasparri, che vuole istituire la Giornata del nascituro.

La presidente dei senatori del Pd Simona Malpezzi definisce entrambe le proposte “inaudite”. 

Nelle 388 proposte di legge arrivate a Montecitorio e nei 181 testi arrivati a Palazzo Madama, si chiede anche di istituire commissioni di inchiesta, giornate a tema e di inserire la tutela dell’attività sportiva nella costituzione. Altre questioni riguardano il fine vita, la protezione degli animali, strette sulla cannabis, obbligo di caschi in bici per gli under 14.

Gasparri ha presentato 17 disegni di legge

Solo Gasparri ha presentato 17 disegni di legge, che riguardano la modifica dell’articolo 1 del codice civile sul riconoscimento dei diritti del concepito, anche misure sulla cannabis e l’introduzione di reato di maternità surrogata.

Il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo ha ripresentato il ddl Disposizione per la tutela della famiglia e della vita nascente. Il senatore Dem Anfredo Bazoli ne ha invece depositato uno sulle Disposizioni in materia di morte volontaria medicalmente assistita. Enrico Costa ha presentato una proposta di legge sull’eutanasia.

La deputata forzista Michela Brambilla ha proposto progetti di legge a tutela degli animali, ma anche norme per garantire l’opzione per la dieta vegetariana e vegana nelle mense e nei luoghi di ristoro pubblici e privati.

Alcune delle Commissioni di inchiesta proposte

Per quanto riguarda le Commissioni di inchiesta invece, la Del Valeria Valente propone quella sul femminicidio, mentre Pierantonio Zanettin (FI) chiede quella sulla morte di David Rossi a Siena. Pietro Pittalis (FI) vorrebbe invece una commissione di inchiesta sull’uso politico della giustizia.