Governo, Pd: “Grave se i figli di Berlusconi entrano nelle trattative”

"Trovo che questo sia molto grave", dichiara Franco Mirabelli (Pd).

Silvio Berlusconi, Ignazio La Russa - Foto di Ansa Foto
Silvio Berlusconi, Ignazio La Russa – Foto di Ansa Foto

Non si sono fatte attendere le reazioni del centrosinistra alla notizia apparsa nei giorni scorsi sul Corriere della Sera, secondo cui ci sarebbe stata l’intermediazione dei figli di Silvio Berlusconi per mettere pace nella maggioranza.

Non puoi non trovare un accordo”, avrebbe detto Pier Silvio al padre in un messaggio. La notizia ha subito destato i commenti del centrosinistra.

Nella trattativa per la formazione del governo entrano in campo i figli di Berlusconi cioè i proprietari di Mediaset. Di cosa ha parlato con Meloni? Del futuro dell’azienda? Cose inconcepibili in qualunque altro Paese occidentale”, ha dichiarato Enrico Borghi.

Sui giornali di oggi leggiamo che i figli di Silvio Berlusconi hanno cercato di convincere il padre a trovare un accordo con Giorgia Meloni in nome della difesa dell’azienda di famiglia”. Così il senatore Pd Franco Mirabelli.

Trovo che questo sia molto grave. Perché i figli di Berlusconi entrano nella trattativa per la formazione del governo? Di cosa parlano con Meloni? Del futuro di Mediaset? Sono cose che in un qualunque altro Paese occidentale sarebbero inconcepibili”, ha aggiunto.