Lo smartphone può esplodere! Quando accade e come evitarlo

Avvenimenti improvvisi e molto pericolosi: alcuni tipi di smartphone sono ancora a rischio esplosione, un problema per i vari consumatori

Oggi giorno ognuno di noi possiede uno smartphone. Ovvero un tipo di telefono cellulare di ultima generazione, capace di compiere numerosissime attività, sia in modalità online che offline.

smartphone
Smartphone a rischio esplosione (Pixabay)

Gli smartphone odierni hanno funzionalità sempre innovative ed aggiornate, anche se hanno caratteristiche strutturali simili ai vecchi cellulari. Una batteria da ricaricare con l’elettricità da tenere particolarmente sotto controllo per far funzionare il telefono al meglio.

Cosa rara ma ancora oggi possibile è che questi smartphone, seppur nuovi e modernissimi, possono esplodere. Casi particolari ma purtroppo ancora non da escludere a priori per i telefonini.

Perché lo smartphone può esplodere all’improvviso? Colpa dei difetti di fabbrica

Ribadiamo che si tratta di un’eventualità rara e poco possibile al giorno d’oggi. Ma gli smartphone hanno ancora all’attivo componenti infiammabili, che devono essere ben dosati al momento della costituzione del prodotto.

Alcuni difetti di fabbrica su determinanti componenti tecnici potrebbero portare ad un surriscaldamento interno del cellulare, addirittura a far prendere fuoco all’intero dispositivo elettronico.

batteria
Batteria smartphone esplosa (websource)

Per andare nel dettaglio, l’eventuale esplosione è sintomo di un rigonfiamento della batteria direttamente sulla scocca posteriore. Il tutto può avvenire per alcuni difetti di fabbrica e quindi senza che l’utente abbia responsabilità, o magari quando il dispositivo subisce un urto violento o una caduta.

In quel caso può capitare infatti che i due elettrodi presenti all’interno, arrivino al contatto vista la rottura di una membrana che li separa. Una sorta di impatto, come accade per gli incidenti automobilistici, che fa dirottare il materiale infiammabile verso uno degli elettrodi portandoli a prendere fuoco.

Gli elettrodi all’interno degli smartphone sono elementi che devono stare sempre separati e che, qualora venissero a contatto, potrebbero provocare appunto un rigonfiamento della batteria e una conseguente esplosione.

Vanno evitati e cancellati i falsi miti, secondo cui le rare esplosioni degli smartphone possono avvenire per via dell’elevata ricarica elettrica che surriscalda la batteria. Fortunatamente i nuovissimi modelli alla portata di tutti sono costruiti con componenti molto più sicuri e di fabbricazione originale.