Terribile lutto in tv: è morta l’anima di una serie cult anni Ottanta

Terribile lutto in tv: è morta l’anima di una serie cult anni Ottanta. Tutti l’hanno vista almeno una volta nella loro vita

‘Mork & Mindy’ hanno segnato un’epoca. Sul finire degli anni 70′ e nei primissimi anni ’80, il genio creativo di Robin Williams si mise in mostra in questo meraviglioso telefilm. Oggi piangiamo la scomparsa del suo creatore.

Lutto in TV 26-9
Lutto in Tv (Facebook)

Alzi di voi la mano chi non ha visto almeno una puntata di ‘Mork & Mindy’. Se il nome non vi aiuta lo farà sicuramente il protagonista del telefilm, ovvero un giovane Robin Williams, ai primi tentativi da attore negli USA. Tra il 1978 e il 1982, il famosissimo comico interpretò il ruolo di Mork, un alieno umanoide arrivato sulla Terra dal pianeta Ork su un’astronave a forma di uovo. In realtà all’inizio si trattava di uno spin-off di Happy Days, il più grande successo di quegli anni a livello di Sit-Com. Poi dopo aver riscosso apprezzamenti importanti dalla critica, il format proseguì per ben quattro stagioni. Al fianco di Williams c’era la graziosa Mindy McConnell (Pam Dawber), ragazza della provincia statunitense che lavora in un negozio di strumenti musicali. A creare il tutto fu Dale McRaven, showrunner molto apprezzato negli anni ’80. Purtroppo oggi è arrivata la notizia della sua scomparsa.

Terribile lutto in tv, è morto Dale McRaven: era il creatore della famosissima serie ‘Mork&Mindy’

Mork & Mindy
Mork & Mindy (Facebook)

McRaven, anche sceneggiatore dello spettacolo tv The Dick Van Dyke Show, è morto all’età di 88 anni, dopo una lunga battaglia con un cancro ai polmoni.

Nel corso della sua carriera ottenne nomination sia ai Writers Guild of America Awards che agli Emmy per il suo lavoro di sceneggiatura in ‘Mork & Mindy’ della Abc. Fu co-creatore del telefilm insieme a Joe Glauberg e al regista Garry Marshall, suo fedele collega per tutto il corso della carriera.

Dale McRaven ha anche creato la popolare sitcom della Abc Balki e Larry – Due perfetti americani, protrattasi per ben 8 stagioni. Al termine della stessa, dopo aver avuto delle divergenze con la produzione, decise di abbandonare la scena televisiva e cinematografica definitivamente nel 1993. Da allora si era dedicato alla sua grande passione per la fotografia, naturalistica e paesaggistica. In moltissimi sui social gli hanno voluto rivolgere un caloroso saluto, ringraziandolo per la sua vena creativa sempre di primo piano.