Paypal, scatta l’allarme: il tentativo di truffa fa tremare gli italiani

Ancora una brutta storia per gli italiani on-line. Un’ennesima truffa potrebbe svuotare le tasche di moltissime persone

Moltissime persone in Italia e non solo hanno aderito ai servizi di Paypal. Ovvero il sistema di pagamento on-line, senza supporti fisici o cartacei, che permette a chiunque di gestire spese e ricavi in maniera rapida.

paypal
Truffe in arrivo su Paypal (websource)

Paypal funziona in maniera semplice. L’applicazione web, scaricabile anche sugli smartphone e sui dispositivi mobili, si collega con il proprio conto corrente o con le carte prepagate e permette di effettuare acquisti on-line in maniera molto veloce.

Il problema è che neanche Paypal, nonostante le importanti misure di sicurezza, è riuscito a sfuggire dalle granfie dei truffatori. In particolare gli hacker della rete, che sono sempre pronti a mettere in difficoltà i poveri utenti con adescamenti illegali.

Il messaggio di phishing per truffare i clienti di Paypal

Come accade per le truffe bancarie, anche in questo caso gli hacker agiscono tramite il sistema phishing. Ovvero con comunicazioni fittizie, ma ben oliate e pensate, con l’intento di attirare i malcapitati clienti di Paypal.

Il preciso obiettivo dei malintenzionati è quello di indirizzare gli utenti a cliccare sui link che vengono inviati all’interno delle e-mail e delle comunicazioni. Tali link sono strumenti molto pericolosi per gli utenti: cliccandovi sopra, si rischia di regalare letteralmente informazioni personali e dati sensibili agli hacker.

Non appena i truffatori riescono ad ottenere dati e password, possono subito accedere in pochi istanti all’interno dei conti correnti e anche sulle carte di credito. Gli hacker, infatti, avrebbero in questo modo la possibilità di utilizzare le credenziali per effettuare liberamente acquisti on-line e transazioni finanziarie, così da svuotare senza problemi i conti delle vittime.

L’avviso dunque è chiaro: non fidatevi assolutamente di eventuali e-mail o comunicazioni su dispositivi mobili targate Paypal. Soprattutto se all’interno vi si richiede di cliccare su link sconosciuti o misteriosi. Una leggerezza del genere rischia di portare conseguenze dannose e di svuotare non solo il conto Paypal, ma anche gli eventuali conti bancari collegati a questo servizio finanziario.