Caos DAZN, in arrivo il rimborso per gli abbonati: come richiederlo

I disservizi dell’ultimo weekend da parte dell’emittente DAZN saranno in parte rimborsati in favore degli utenti: ecco come ottenere i soldi

La prima giornata del campionato di Serie A è stata un vero incubo per migliaia di tifosi, pronti a seguire le partite di calcio in diretta ed invece costretti a subire un disservizio davvero inaspettato.

dazn
Il logo di Dazn (Websource)

Colpa dell’emittente in streaming DAZN, ovvero il colosso inglese che si è assicurato il diritto di riproduzione in esclusiva di tutto il campionato italiano. Nelle giornate di sabato e domenica scorse un guasto all’applicazione non ha permesso a moltissimi utenti di vedere le partite live.

Un problema grave, dato che DAZN da questa stagione ha deciso di aumentare sensibilmente i costi degli abbonamenti. Nonostante ciò i problemi di ricezione e di servizio sono sempre gravi: non a caso anche il mondo politico è sceso in campo in favore dei consumatori.

Indennizzi in arrivo per gli utenti DAZN: pratica facilitata grazie ad AGCOM

DAZN è dunque in grave difficoltà e deve rispondere del grave disservizio. Per placare gli animi il broadcaster ha deciso di rimborsare gli abbonati che non sono riusciti a seguire le partite per colpe generalizzate.

Ma chi pensa ad una procedura lunga e tortuosa per ottenere l’indennizzo stavolta resterà sorpreso. Grazie ad AGCOM, il Garante in favore dei consumatori che ha chiesto di cambiare le procedure per i rimborsi in modo da renderli immediati e diretti.

Di solito per ottenere un rimborso in condizioni meno anomale, la procedura standard appare lunga. Va fatta una domanda di indennizzo a cui allegare una serie di documenti come le condizioni contrattuali di fornitura del servizio e la banda minima garantita. Il tutto via e-mail.

Gli indirizzi a cui inviare sono: richiestarimborsodazn@dazn.com o alla pec rimborsidazn@legalmail.com. Viene consigliato di utilizzare la pec, ma in realtà la mail deve essere quella legata all’account (ovvero quella usata per il login). Non è finita qui. Urge anche allegare gli screenshot dei pagamenti effettuati, un’evidenza fotografica del malfunzionamento, una foto del device utilizzato per vedere l’evento.

Ma grazie all’intervento severo di AGCOM e di molte figure politiche, pare che il rimborso di DAZN stavolta possa essere diretto ed automatico, senza dover presentare domande e documentazioni. L’unica cosa che resta da valutare è se l’emittente rimborserà tutti gli abbonati allo stato attuale o solo coloro che verranno individuati come realmente impossibilitati a vedere le partite del 13-14 agosto scorsi.