Protesta dei tassisti a Roma, esplosi petardi: Palazzo Chigi blindato

Manifestazione è in corso anche a Napoli e a Torino, con oltre 200 tassisti che occupano con le loro auto piazza Vittorio Veneto.

Protesta dei tassisti a Roma - Foto di Ansa Foto
Protesta dei tassisti a Roma – Foto di Ansa Foto

Una protesta dei tassisti è in corso a Roma: le vie di accesso a Palazzo Chigi sono state blindate dalla polizia. Sono stati esplosi petardi e accesi fumogeni, mentre le forze dell’ordine fronteggiano i manifestanti tenendoli lontani dal palazzo del Governo.

Il motivo della manifestazione è lo stralcio dell’articolo 10 del ddl concorrenza che prevede la liberalizzazione del settore. Slogan contro l’esecutivo, il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e anche contro la multinazionale Uber.

La richiesta dei tassisti in una lettera aperta

Chiediamo che il governo stralci l’articolo 10 del ddl concorrenza e apra subito un tavolo di confronto con tutti gli attori interessati”. Questa la richiesta che le organizzazioni sindacali dei tassisti avanzano in una lettera aperta alle istituzioni. Il documento ripercorre tutte le tappe della causa avviata conto Uber Black nel 2016, per concorrenza sleale, sottolineando “come alla luce di quanto già accaduto e in funzione di ciò che ulteriormente emerge dall’inchiesta Uber Files, gli operatori del comparto taxi non sono assolutamente disposti ad accettare che le regole del loro lavoro vengano riscritte attraverso una delega che non comporta un loro coinvolgimento diretto e dell’intero Parlamento”. 

Il nodo non è ancora stato affrontato in Commissione alla Camera

Il nodo della liberalizzazione del settore taxi non è ancora stato affrontato in Commissione Attività produttive alla Camera, che sta esaminando il ddl concorrenza. Secondo l’Ansa, si starebbe lavorando per riformulare l’articolo, in modo da andare incontro ai tassisti.

Proteste anche a Torino e a Napoli

Una manifestazione è in corso anche a Torino, con oltre 200 tassisti che occupano con le loro auto piazza Vittorio Veneto. “Continueremo così fino a che non avremo risposte certe. L’articolo 10 del Ddl deve essere stralciato. Siamo stanchi di non ricevere risposte e siamo pronti a bloccare la città”. In corso proteste anche a Napoli. I tassisti si preparano anche ad iniziative “a sorpresa”.