Covid, dalle mascherine all’obbligo vaccinale: tutte le nuove regole

Resta l'obbligo delle mascherine sui mezzi (treni, navi, trasporto pubblico) e nelle Rsa e fino al 30 giugno per i lavoratori dipendenti del settore privato. Quello vaccinale è rivolto solo al personale sanitario e che lavora nelle strutture sanitarie, oltre che per i dipendenti esterni delle rsa. 

Mascherine sui mezzi pubblici - Foto di Ansa Foto
Mascherine sui mezzi pubblici – Foto di Ansa Foto

Stop all’obbligo delle mascherine al chiuso in molti luoghi, e dell’obbligo vaccinale per tante categorie lavorative. A partire da oggi le regole anti-Covid da rispettare saranno ancora di meno e il Governo spiana la strada verso un’inizio di normalità dopo oltre due anni di pandemia.

Il primo allentamento in vigore, a partire da ieri, mercoledì 15 giugno, è stato l’addio alle mascherine, che non saranno più obbligatorie, ma fortemente raccomandate. Tuttavia resta l’obbligo sui mezzi (treni, navi, trasporto pubblico) e nelle Rsa e fino al 30 giugno per i lavoratori dipendenti del settore privato. Cade invece nel lavoro pubblico.

La mascherina, in linea con le regole europee, non sarà più obbligatoria in aereo dove ci sono efficienti sistemi di areazione e anche agli esami di fine anno. Cade l’obbligo per cinema, teatri, palazzetti sello sport.

Obbligo vaccinale

Dal 15 giugno è decaduto anche l’obbligo vaccinale per i cittadini con più di 50 anni. Chi non si è vaccinato nel periodo in cui era obbligatorio, dovrà comunque pagare la multa prevista di 100 euro. Non saranno più obbligati a vaccinarsi anche i lavoratori della scuola e delle forze dell’ordine. Resta in vigore l’obbligo vaccinale per il personale sanitario e che lavora nelle strutture sanitarie, oltre che per i dipendenti esterni delle rsa.

Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni. Intanto, per rendere immediata la vigenza delle nuove regole, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza ponte identica al nuovo decreto.