Canone Rai gratis per chi ha il Reddito di cittadinanza? La decisione crea il caos

Facciamo chiarezza su quello che dice la legge riguardo al Canone Rai e la possibile esenzione per chi percepisce l’aiuto statale

Periodo di rivoluzioni e cambiamenti anche per quanto riguarda il Canone Rai. Ovvero la tassa che i nuclei familiari italiani sono costretti a pagare annualmente per supportare l’azienda radiotelevisiva nazionale.

rai
Il nuovo logo Rai (Screenshot)

Il canone sulla televisione pubblica non è una trovata solo italiana. In tutta Europa è una tassa che viene fatta pagare ai cittadini. In alcuni paesi è piuttosto bassa ed esigua, mentre in alti arriva a cifre molto consistenti.

Il nostro Stato, dal 2016, ha deciso di incorporare il Canone Rai all’interno della bolletta per l’energia elettrica. Ma dal prossimo anno, per decisione dell’Unione Europa, tale erogazione dovrà essere separata da altri canoni. Dunque il Governo italiano sta studiando un’altra modalità di richiesta di pagamento, con il rischio di un serio aumento della tassazione annuale.

Chi è esente dal Canone Rai: mazzata per gli aventi diritto del Reddito di cittadinanza

Il possibile aumento del canone televisivo spaventa moltissimi utenti e famiglie. Nei mesi scorsi si è discusso molto su chi meriterebbe l’esenzione da questa tassa obbligatoria, parlando anche di coloro che detengono il Reddito di cittadinanza.

La trovata politica del Movimento Cinque Stelle, di donare un assegno mensile ai cittadini italiani senza occupazione e maggiormente bisognosi, sta dando una mano a moltissime persone o famiglie. Ma il Canone Rai dovrà essere comunque versato da questi cittadini?

Inizialmente si pensava che, viste le condizioni economiche non idilliache, i possessori del Reddito di cittadinanza fossero esclusi da tale pagamento. Ma al momento la legge parla chiaro: tra i cittadini esenti non vi sono coloro che percepiscono mensilmente il RdC. Questi ultimi sono attualmente costretti a versare l’intera somma richiesta per il canone pubblico, senza sconti o soluzioni differenti.

Gli unici cittadini che adeguatamente possono richiedere l’esenzione all’Agenzia delle Entrate sono coloro che ufficialmente non dovrebbero detenere alcun apparecchio atto alla ricezione dei canali del digitale terrestre. Basta dunque essere in possesso di un televisore con segnale sufficiente al DTV per dover pagare l’intera somma del Canone Rai. Scoppierà la rivolta generale per questa decisione del Governo?