“Senti, senti”, siparietto in diretta tra Mara Venier e Raoul Bova: il web insorge

Ospite della puntata di oggi di Domenica In è stato Raoul Bova, in seguito al siparietto con Mara Venier hanno fatto insorgere il web

Zia Mara è sempre molto cordiale con i suoi ospiti, ma a volte risulta invadente a tal punto da mettere in imbarazzo i suoi ospiti. Dopo l’ospitata di Raoul Bova il web è insorto e l’ha subissata di critiche.

Mara Venier Raoul Bova
(@RaiPlay)

Anche oggi a Domenica In sono stati presenti numerosi ospiti, tra cui Raoul Bova che entrerà a far parte del cast di Don Matteo dalla prossima puntata, visto e considerato che Terence Hill ha fatto la sua ultima apparizione durante l’ultimo episodio della fiction di Rai Uno. La padrona di casa ed il suo ospite hanno toccato vari temi, dalla carriera alla famiglia dell’attore romano attualmente papà di quattro figli avuti da due compagne diverse.

Tra le altre cose, hanno visto anche dei vecchi filmati insieme in cui l’attore romano non era ancora immerso nel mondo dello spettacolo e visibilmente timido. Quell’imbarazzo Raoul Bova l’ha riservato e l’ha dimostrato anche oggi quando, dopo un ballo con l’Orchestra Casadei, la padrona di casa ha chiesto all’attore di poggiarle una mano sul petto per sentire il forte battito. Quando Raoul Bova ha provato a sottrarsi, la zia Mara ha insistito a tal punto da ‘costringerlo’ e suscitare una pioggia di critiche dal web.

Domenica In, Mara Venier subissata di critiche sul web: la gag con Raoul Bova non è stata apprezzata

Twitter che è per antonomasia il social su cui ci sono la maggior parte dei commenti sui programmi TV, è stato invaso da critiche per la conduttrice veneta. In tanti parlano di “Maracentrismo”, per molti la padrona di casa non lascia spazio agli ospiti mettendo sempre sé stessa al centro di ogni ospitata.

Qualcun altro scrive: “Te pareva con non c’era un momento di autocelebrazione di Mara Venier”, o ancora “Praticamente ogni ospite deve “pagare” un dazio…ricordare un episodio di una Domenica In di almeno vent’anni fa. Dopo pochi istanti ho detto ciaone”.