WhatsApp, si può inviare un vocale ai contatti che ti hanno bloccato: che trucco

WhatsApp, si può inviare un vocale ai contatti che ti hanno bloccato: che trucco. L’applicazione presenta una novità davvero interessante

Era uno dei passaggi definitivi che avevano sempre caratterizzato l’app, ovvero una volta bloccato un profilo non si poteva più interagire con esso. Ecco invece una svolta in tal senso.

WhatsApp
WhatsApp (AnsaFoto)

Il modo più semplice per interrompere una conversazione su WhatsApp è sempre stato quello di bloccare il contatto in questione. Quando non si aveva voglia di ricevere messaggi da una persona specifica si procedeva a questa opzione e il discorso era chiuso. Per chi voleva tentare di recuperare la situazione, o magari chiedere scusa, non c’erano soluzioni, la parola fine era ormai scritta. Una situazione particolarmente brutta e scomoda che però lasciava anche la garanzia di non ricevere ulteriori disturbi. Ora nemmeno questa è più un’azione definitiva. Questo perchè è arrivato un trucco che permette di mandare un vocale proprio a chi ha deciso di bloccarci. 

In realtà il messaggio da inviare può essere anche normale, oppure una foto, un video o un altro file o documento. Ecco come procedere nello specifico.

WhatsApp, si può inviare un vocale ai contatti che ti hanno bloccato: tutti i dettagli su come fare

Trucchi WhatsApp
Nuovo trucco WhatsApp (AnsaFoto)

Per prima cosa bisogna trovare un contatto che si ha in comune con chi ci ha bloccato. Un amico ad esempio può aggiungerci un un nuovo gruppo a tre o più persone. Dopo di che questo stesso “tramite” può abbandonare il gruppo (assieme agli eventuali altri contatti), lasciandoci “soli” con l’utente interessato.

Quando due persone sono in un gruppo WhatsApp decadono tutti i limiti del blocco. Questo significa che fino a quando una delle due persone non decide di uscire e cancellarsi, si può interagire come se nulla fosse. C’è quindi una possibilità di ricucire qualche strappo o trovare il modo di chiarirsi prima che sia troppo tardi. Bisogna ovviamente approfittare della situazione prima che il blocco torni effettivo una volta usciti dal gruppo, ma quegli istanti possono essere decisivi. Chissà se questo semplice gruppo sarà in grado di salvare qualche amicizia o magari qualche storia d’amore, finite per colpa di incomprensioni e “blocchi”. Farlo è davvero semplice, ci serve solo un buon alleato.