Netflix, arriva la notizia tanto temuta: cambiano i prezzi dell’abbonamento

Arriva su Netflix la stangata che molti utenti temevano. Infatti a breve cambieranno i prezzi dell’abbonamento: cosa sta succedendo. 

Torna a rivedere i suoi piani di abbonamento Netflix, con i vertici che hanno deciso per un nuovo listino prezzi. Infatti ci saranno dei rincari, che inizialmente riguarderanno solo Canada e Stati Uniti: i nuovi costi della piattaforma di streaming video.

Netflix
Il piano della nuova piattaforma streaming (via Screenshot)

Netflix ha da poco annunciato l’aumento dei prezzi negli Usa ed in Canada. Sono tantissimi gli utenti italiani che hanno temuto che il rincaro potesse avvenire anche in Italia, ma bisogna stare tranquilli. Infatti nella penisola non ci sarà nessun cambiamento, con i piani tariffari che rimarranno uguali per tutti. Gli ultimi aumenti nella penisola, infatti, risalgono a dicembre 2021, quindi al momento non sono previsti ulteriori rimodulazioni.

Mentre negli Usa l’ultimo aumento dei costi arrivò più di un anno fa, parliamo infatti di ottobre 2020. Quindi mentre gli abbonati statunitensi dovranno attenersi ai nuovi prezzi per godersi il servizio di streaming video, quelli italiani potranno stare al sicuro almeno fino alla fine dell’anno. In ogni caso l’aumento dei prezzi andrà da un range che oscilla tra l’uno ed i due dollari. Andiamo quindi a vedere le modifiche applicate dalla piattaforma di Reed Hastings.

Netflix, aumento dei prezzi negli Usa: i nuovi piani

Netflix
Uno scatto del catalogo della famosa piattaforma streaming (AnsaFoto)

Negli Usa quindi arrivano i nuovi prezzi per godersi il catalogo di Netflix. Infatti il primo riguarda il piano da 13,99 dollari che adesso passa a a 15,49 dollari, con un rincaro quindi di due dollari. Mentre la seconda modifica riguarda il piano da 17,99 dollari che subirà sempre un ricaro di due dollari e passerà a 19,99 dollari. Inoltre un rincaro dovrebbe averlo anche il piano base, che però aumenterà di un solo dollaro.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Poste Italiane, rischio per i clienti BancoPosta: fate attenzione!

Netflix ha motivato questi aumenti esprimendo la volontà di voler continuare ad offrire una vasta gamma di opzioni per l’intrattenimento. Molti utenti però si sono lamentati sugli ultimi rincari, visto che dal suo lancio la piattaforma ha più volte aumentato i costi dei vari piani d’abbonamento. Ma nonostante i numerosi aumenti, i numeri della piattaforma di streaming video sono in continua crescita.

LEGGI ANCHE >>> Tim, batosta per tutti i clienti a partire da febbraio: questa non ci voleva

Quindi i vertici del colosso hanno ipotizzato che nonostante le lamentele, saranno pochissimi gli utenti che faranno la disdetta all’abbonamento. Uno dei motivi dei rincari, inoltre, potrebbe essere la concorrenza degli altri servizi di streaming video come Disney+ e Amazon Prime Video, che negli ultimi mesi hanno aumentato notevolmente i loro investimenti in nuovi contenuti. A ciò si aggiunge l’arrivo sul mercato di altri colossi come HBO Max e Paramount+.