Sanremo, figlio di un amato artista condannato per lesioni: il motivo

Il figlio di un amato artista, che ha calcato più volte il palco di Sanremo, è stato condannato per lesioni. Ecco il suo sfogo ed il commento pubblico del padre a quanto successo in tribunale in questi giorni.

Festival di Sanremo 2021: i presentatori Amadeus e Fiorello si esibiscono insieme durante la prima puntata (foto di Jacopo M. Raule/Getty Images).
Festival di Sanremo 2021: i presentatori Amadeus e Fiorello si esibiscono insieme durante la prima puntata (foto di Jacopo M. Raule/Getty Images).

Nella serata del 5 luglio 2014 la colf di Claudio D’Alessio sostiene di essere stata aggredita fisicamente all’interno dell’appartamento in cui lui conviveva con la fidanzata di allora, Nicole Minetti. La donna delle pulizie si sarebbe lamentata per le grida che arrivavano dal piano di sotto, dove Claudio e Nicole stavano effettivamente litigando.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2022, indiscrezione bomba: Teatro Ariston per l’ex naufraga?

NON PERDERTI >>> Amadeus contro Francesco Monte: botta e risposta infuocato su Sanremo – VIDEO

Sembrerebbe che quindi la colf abbia cercato di tirare una sedia addosso a Claudio D’Alessio. Secondo quanto riferisce il figlio di Gigi D’Alessio, nel tentativo di sottrarre la sedia alla donna delle pulizie, lei sarebbe caduta. Il risultato è stato un livido sul braccio, rilevato al pronto soccorso 48 ore dopo l’accaduto, oltre a tre giorni di prognosi.

Sanremo, Gigi D’Alessio commenta il figlio condannato

Sanremo 2020: il cantante Gigi D'Alessio si esibisce durante la seconda serata (foto di Daniele Venturelli/Getty Images).
Sanremo 2020: il cantante Gigi D’Alessio si esibisce durante la seconda serata (foto di Daniele Venturelli/Getty Images).

Claudio D’Alessio non ha mai nascosto la sua posizione riguardo quanto è accaduto il 5 luglio 2014, ed ha continuato a professare la sua innocenza. In un’intervista a Fanpage ha spiegato che sperava che il processo di primo grado sperava si concludesse con un’assoluzione piena, invece gli sono stati comminati 3 mesi ed una sanzione di 2.500 euro.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2022, c’è già il nome del vincitore: pochissimi dubbi!

Si tratta comunque di una riduzione drastica rispetto ai 9 mesi di carcere e 100.000 euro di risarcimento richiesti dalla colf. Claudio D’Alessio spera nei prossimi gradi di giudizio, ed il padre lo sostiene pubblicamente su Instagram, sottolineando il suo animo gentile e sensibilità, motivi per cui ovviamente sostiene il figlio e lo ritiene innocente.

Ecco lo sfogo di Claudio D’Alessio su Instagram: