Alex Zanardi, arriva la decisione definitiva: l’annuncio della moglie

Alex Zanardi, arriva la decisione definitiva: l’annuncio della moglie. Tutti i suoi tifosi sono stati colti di sorpresa

Zanardi
Alex Zanardi (Foto: LaPresse)

L’ultimo anno e mezzo per Alex Zanardi è stato davvero terribile. Il 55enne di Bologna ha dovuto affrontare l’indicente più difficile della sua vita, già segnata di vicissitudini piuttosto serie in passato. Il campione paralimpico, impegnato nella sua maratona in handbike, ‘Obiettivo3’ per promuovere il suo sport, è andato a sbattere contro un tir all’altezza di Pienza. Da subito le sue condizioni sono apparse gravissime, addirittura peggiori rispetto a quanto avvenuto nel 2001 al Lausitzring. All’epoca lo scontro micidiale sull’ovale tedesco lo aveva costretto a diversi operazioni e alla perdita di entrambe le gambe. In Toscana invece, Alex ha fatto i conti con una durissima commozione cerebrale e la frattura di tutte le ossa del viso. Un vero incubo che ha coinvolto anche la mogie Daniela e il figlio Niccolò, che non hanno mai smesso di assisterlo. I passaggi dall’ospedale di Siena al San Raffaele di Milano, fino al ricovero nel nosocomio di Padova e l’ultimo in quello di Vicenza, nella sezione gravi cerebrolesi.

LEGGI ANCHE >>> Paolo Rossi, l’ultimo omaggio è incredibile: non era mai successo

LEGGI ANCHE >>> Michael Schumacher, un dolore enorme: “Sarà sempre parte della mia vita” – VIDEO

Alex Zanardi, arriva la decisione definitiva: torna finalmente a casa

Alex Zanardi
Alex Zanardi torna a casa (Foto: LaPresse)

Finalmente, però, per lui e per tutti i suoi cari è arrivata una bella notizia proprio a ridosso del Natale. Zanardi torna finalmente a casa, come testimoniato dalla moglie Daniela in un recente annuncio, riportato dal sito di Bmw Italia, di cui il marito è ancora Brand Ambassador.

Alex ha potuto lasciare l’ospedale qualche settimana fa e ora è tornato a casa con noi. Abbiamo aspettato a lungo che ciò accadesse e siamo molto felici che sia stato possibile ora, anche se in futuro ci saranno ancora dei soggiorni temporanei in cliniche speciali per effettuare misure di riabilitazione specifiche sul posto”.

La compagna poi aggiunge: “Dopo il lungo periodo in ospedale è importante per lui tornare dalla sua famiglia. Per un anno e mezzo, Alex ha avuto intorno a sé solo persone con mascherine e dispositivi di protezione e le visite erano molto limitate. Ora Stiamo con Alex tutto il giorno, lui è nel suo ambiente familiare e quindi può tornare un minimo alla normalità. Questo gli dà ulteriore forza. Siamo molto grati al personale medico delle cliniche in cui è stato curato”. Tutti i tifosi, che hanno sempre proseguito ad inviargli messaggi, non possono che tirare un sospiro di sollievo.