Stornara, fiamme nel campo rom, morti fratellini di quattro e due anni

“Il padre era andato al lavoro in campagna, mentre la madre era in bagno. Quando la donna è tornata ha trovato la baracca in fiamme”, racconta Rosaria, una testimone.

Incendio campo Rom - Foto dei Vigili del fuoco
Incendio campo Rom – Foto dei Vigili del fuoco

Due fratellini di due e quattro anni sono morti carbonizzati in un incendio che si è sviluppato nel campo nomadi di Stornara, in provincia di Foggia.

LEGGI ANCHE: Rientri dall’estero: tutte le nuove regole per bambini e ragazzi, tra tamponi e Green pass 

È accaduto intorno alle 9 di questa mattina, venerdì 17 dicembre, nella baraccopoli situata poco distante dal cimitero cittadino, alle porte del capoluogo. A dare la notizia, i vigili del fuoco che sono intervenuti sul posto per domare le fiamme e mettere l’area in sicurezza.

La testimonianza di una donna

I bambini, un maschietto di quattro anni e la sorellina di due, al momento della tragedia si trovavano in una baracca. Secondo alcuni testimoni, stavano dormendo. “Il padre era andato al lavoro in campagna, mentre la madre era in bagno. Quando la donna è tornata ha trovato la baracca in fiamme”, racconta Rosaria, una testimone, al quotidiano Il Messaggero. “I bambini dormivano – continua la donna – Quando la mamma è tornata ha visto le fiamme”. Le piccole vittime sono di nazionalità bulgara. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Jacopo Compagnoni, fratello di Deborah, è morto travolto da una valanga

Le cause dell’incendio

Non sono ancora state accertate le cause dell’incendio, ma non si esclude che le fiamme siano divampate da un braciere artigianale realizzato con bidoni di latta, o da una stufa, oppure dal fuoco acceso per riscaldare l’accampamento. Oltre ai vigili del fuoco, sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri, che sono al lavoro per escludere altre vittime ed accertare le cause dell’incendio. Il campo rom di Stornara è uno delle baraccopoli più grandi della zona. Conta circa mille abitanti, prevalentemente di nazionalità bulgara.