Jacopo Compagnoni, fratello di Deborah, è morto travolto da una valanga

L’amico è rimasto illeso ed ha prestato i primi soccorsi. È stato lui ad allertare il 112. L’operazione di recupero è stata molto complessa. 

Jacopo Compagnoni - Foto di Facebook
Jacopo Compagnoni – Foto di Facebook

Jacopo Compagnoni, fratello della campionessa di sci Deborah, è morto dopo essere stato travolto da una valanga. Aveva 40 anni ed era una guida alpina. Insieme con un amico stava scendendo con gli sci d’alpinismo da canale Nord del Monte Sobretta, a circa 2.850 metri di quota, nel territorio comunale di Valfurva, in provincia di Sondrio, quando è avvenuto il distacco. 

LEGGI ANCHE: Centrosinistra, Nobili (Italia Viva) a iNews24: “Nessun campo largo: Letta-Conte solo un campetto”

I dettagli dell’incidente

La valanga aveva un fronte di circa cento metri e lo ha travolto. L’amico è rimasto illeso ed ha prestato i primi soccorsi. È stato lui ad allertare il 112. Jacopo Compagnoni è stato trasportato con un elicottero di Areu all’ospedale di Sondalo, dov’è morto. L’operazione di recupero è stata molto complessa. 

Il tragico incidente è accaduto intorno alle 12 di oggi, giovedì 16 dicembre. Le condizioni della guida alpina sono subito apparse gravi ai medici, a causa dei traumi riportati. L’amico è stato trasportato con un secondo veicolo in ospedale, dov’è arrivato in stato di choc ma in codice verde. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Libia: uomini armati circondano l’ufficio del presidente Abdul Hamid Dbeibah

Chi era Jacopo Compagnoni

Compagnoni era una guida alpina come il padre Giorgio, e maestro di sci. Era il minore di tre fratelli dopo Yuri e Deborah, tre volte campionessa olimpica e tre volte campionessa del mondo. Gestiva insieme con la famiglia l’hotel Baita Fiorita a Santa Caterina. Era padre di due bambini. 

I messaggi di cordoglio alla famiglia di Deborah Compagnoni

Il presidente Flavio Rosa e tutta la Federazione Italiana Sport Invernali sono vicini a Deborah e alla famiglia Compagnoni nel momento di questa tragica perdita”, scrive in una nota la Fisi, dopo la conferma ufficiale della tragica notizia. Anche l’Associazione degli atleti olimpionici e la Scuola di sci e snowboard di Santa Caterina Valfurva hanno diffuso sui social messaggi di cordoglio.