Variante Omicron, il paziente zero è guarito: “Il vaccino è stato fondamentale”

Per Importuna e la sua famiglia, il Covid è ormai alle spalle ed è già pronto a tornare in Africa al lavoro. 

(Pixabay)

Signore e signori ho il piacere di informare che dopo 21 giorni abbiamo sconfitto il Covid”. Con queste parole Gianfranco Importuna, manager Eni di Caserta, ha annunciato sul suo profilo Facebook di essere guarito dal Covid-19. È il paziente zero italiano che ha contratto la variante Omicron in Mozambico, in Africa, dove lavora.

LEGGI ANCHE: Germania, Olaf Scholz nominato nuovo cancelliere. Chiusa l’era Merkel

Grazie a tutti voi per essere stati così gentili con noi. A presto… sulla bici”, ha aggiunto. Gianfranco aveva contagiato anche i suoi familiari, tutti risultati positivi alla variante Omicron: la moglie, i due figli, la madre e la badante. Era risultato positivo il 16 novembre scorso, di ritorno dall’Africa, proprio nei giorni in cui è stata isolata per la prima volta la nuova variazione del virus Sars-CoV-2.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Pfizer: “Nuovo vaccino entro marzo 2022, se sarà necessario”

In seguito al sequenziamento del suo materiale genetico poi, il 27 novembre è emerso che la positività di Importuna riguardava la variante Omicron. Attraverso il tracciamento dei contatti, si è scoperto anche che tre compagni di classe di uno dei figli e un’insegnante supplente erano positivi. Ma nel loro caso, grazie al sequenziamento si è scoperto che la positività era legata alla variante Delta, non Omicron. Per la classe era anche scattata la didattica a distanza. Per Importuna e la sua famiglia, il Covid è ormai alle spalle ed è già pronto a tornare in Africa al lavoro. 

Il messaggio di Importuna: “Chi non l’ha ancora fatto, si vaccini contro il Covid”

Intervistato dal Corriere della Sera, il manager afferma che “certamente devo dire grazie al vaccino, noi adulti, in famiglia lo avevamo fatto tutti e di sicuro ci ha aiutato molto. Questo è il messaggio che mi sento di dare dopo questa esperienza. Chi non l’ha ancora fatto si vaccini contro il Covid: è fondamentale”.