Rai, ‘tradimento’ in vista: un volto storico passa alla concorrenza

Rai, ‘tradimento’ in vista: un volto storico passa alla concorrenza. Trattative segretissime in corso, sarebbe un passaggio epocale

Gennaio per il calcio sarà mese di calciomercato, ma rischia di essere così anche per la nostra televisione. Perché nelle ultime ore ha cominciato a circolare una voce che, se concretizzata, sarebbe a modo sua clamorosa e segnerebbe una svolta epocale. Un passaggio dalla Rai a Mediaset non è mai banale e sarà così anche questa volta, se andrà in porto.

Bruno Vespa (LaPresse)

Secondo ‘Il Messaggero’ infatti ci sarebbe una trattativa per ora tenuta segreta per il passaggio di Bruno Vespa dalla Rai a Mediaset. Una discussione intavolata da qualche tempo e che adesso sarebbe arrivata alla sua fase cruciale. Trattative delle quali fino ad oggi erano a conoscenza solo Silvio Berlusconi e pochi fidatissimi dirigenti di Mediaset, in attesa dell’annuncio ufficiale

Il popolare giornalista abruzzese in Rai dalla fine degli anni ’60, dopo aver vinto un concorso per essere assunto, ed è universalmente riconosciuti per quello che ha fatto a viale Mazzini. Ma forse a 77 anni sente la voglia di cambiare e questa volta potrebbe essere quella buona.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Selvaggia Lucarelli aggredita con una testata alla manifestazione no Green Pass

Rai, ‘tradimento’ in vista: Mediaset ammette i contatti in corso

Solo un’indiscrezione giornalistica e nulla di più? A Mediaset, non appena la notizia si è diffusa, hanno ammesso che ci sono stati alcuni contatti. E lo stesso Vespa, che sa bene come cavalcare la notizia, non nega totalmente: “Finché mi trattano bene in Rai, resto. Mediaset? Lì sono molto gentili”, ha detto.

(Screenshot Rai)

Sullo sfondo c’è la sua situazione contrattuale. Quattro anni fa l’allora direttore generale della Rai, Mario Orfeo, decurtò il suo compenso di circa 300 mila euro, abbassando anche la durata del contratto:  due anni più l’opzione per un terzo mentre lui puntava su un quadriennale. Come dite? Sembra il calciomercato? In effetti gli somiglia molto anche se potrebbe essere una manovra per farsi apprezzare ancora di più da chi già lo ha a libro paga.