Caso Puzzer in Parlamento: i deputati chiedono a Lamorgese di spiegare il motivo del Daspo

Nei giorni scorsi la Digos ha emesso nei suoi confronti un foglio di via obbligatorio con divieto di soggiorno nella capitale.

Stefano Puzzer - Foto web
Stefano Puzzer – Foto web

Il caso di Stefano Puzzer, portuale di Trieste che ha ricevuto il Daspo di un anno da Roma, sta facendo scalpore ed è arrivato anche in Parlamento. Nei giorni scorsi la Digos ha emesso nei suoi confronti un foglio di via obbligatorio con divieto di soggiorno nella capitale, dopo che Puzzer, giunto in Piazza del Popolo, si era sistemato con un banchetto, alcune sedie e un cellulare, in attesa di risposte dalle istituzioni. 

LEGGI ANCHE: Le mani della ‘ndrangheta su Ponte Morandi di Catanzaro: sei persone indagate

Alla Camera dei deputati alcuni parlamentari hanno chiesto chiarimenti alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, mentre sui social il dibattito portato avanti è se sia giusto emettere un provvedimento del genere per aver manifestato pacificamente in piazza. 

Fratelli d’Italia: “La libertà di opinione non la decide Draghi, ma la Costituzione”

La nostra Costituzione permette di manifestare liberamente e pacificamente anche contro un Governo con un’ampissima maggioranza parlamentare. Con Puzzer ho poco da spartire, ma il provvedimento di Daspo preventivo per un anno nei suoi confronti è un unicum e non ha senso”. Sono le parole del capogruppo di Fratelli D’Italia Francesco Lollobrigida, che chiede all’esecutivo di dare spiegazioni in Aula, perché “la libertà di opinione non la decide il Governo Draghi, ma la Costituzione”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Roma, Gualtieri presenta la giunta: chi sono i nuovi assessori

Anche il deputato Francesco Forciniti di L’Alternativa C’è è contro il provvedimento: “Per Puzzer arriva addirittura il Daspo, come se si trattasse quasi di un rastrellamento di una persona che ha avuto solo la colpa di prendere un banchetto e mettersi civilmente in piazza per sensibilizzare le istituzioni che gli avevano promesso una risposta. La ministra Lamorgese venga a spiegare la strategia, per capire dove vogliamo arrivare in questo Paese. Questo Governo è forte con i deboli e debole con i forti”. 

Il deputato Roberto Giacchetti di Italia Viva interviene a titolo personale: “Le manifestazioni no-vax e no Green pass sono da irresponsabili, ma la ministra Lamorgese deve giustificare un provvedimento così grave”. Inoltre chiede: “Voglio essere tranquillo che ci siano serie motivazioni e che siano rese pubbliche in Aula”.