Esonero Allegri, ore calde in casa Juventus: le ultime

Ore calde in casa Juventus. Tifosi e società sono delusi e Allegri rischia l’esonero.

Max Allegri
Massimiliano Allegri (Foto: Getty)

La Juventus cade a Verona ai piedi di un Hellas guidato da un Simeone sempre più trascinatore. Il Cholito dopo il poker alla Lazio punisce con una doppietta la compagine bianconera, ormai sempre più allo sbando. Il gruppo di Allegri, reduce da due sconfitte consecutive arrivate contro squadre da metà classifica, non riesce a imboccare la strada per la vittoria (in Serie A), che dalle parti di Torino manca dal big match contro la Roma.

Solo et pensoso i più deserti campi vo mesurando a passi tardi et lenti… I versi del sonetto di Petrarca – il sommo poeta toscano proprio come Allegri -, avranno risuonato nella mente del mister bianconero che potrebbe ritrovarsi presto solo, messo alla porta da tifosi e società. Proprio gli stessi che lo avevano accolto con entusiasmo, euforia e tanta speranza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Juventus, un campionissimo per gennaio: tifosi impazziti!

Esonero Allegri, ore calde in casa Juventus: le ultime

Zidane
Zidane ©Getty Images

La difesa non va, il centrocampo pure e l’attacco manco esiste. La Juventus non viveva un periodo così buio da decenni. La vetta è lontanissima. Milan e Napoli, capiliste a pari merito e con una gara in meno, hanno messo un più 13 dalla Vecchia Signora. Addio scudetto? Forse. Era il 2017 quando proprio Allegri, in una situazione simile a quella di oggi, si rese protagonista di una cavalcata che portò il club bianconero al trionfo.

Le speranze però, rispetto ad allora, oggi sono nettamente inferiori e così, come riporta SportPaper.it, Agnelli nonostante l’ingaggio importante del tecnico toscano potrebbe decidere di sostituirlo con un altro top. Si tratta di Zidane, vincente sia da giocatore che da allenatore e che dalle parti di Torino ricordano con affetto. Al momento è solo una suggestione, ma un’altra sconfitta potrebbe far saltare la panchina.