Spid obbligatorio dal primo ottobre: cos’è e come ottenerlo

Da oggi primo ottobre, lo Spid, la Cie e la Cns saranno le uniche modalità possibili per accedere alle aree personali della pubblica amministrazione. Ecco cosa c'è da sapere.

A partire da oggi, primo ottobre, non saranno più necessari password e nome utente per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione. Lo Spid, cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale, la Cie (Carta di identità elettronica) e la Cns (Carta Nazionale dei Servizi) saranno le uniche modalità possibili per accedere alle aree personali.

LEGGI ANCHE: Presunti finanziamenti illeciti e apologia di fascismo, si autosospende Carlo Fidanza

Come ottenere lo Spid

Per ottenere lo Spid bisogna essere maggiorenni, avere un documenti di riconoscimento italiano, un’email e il numero di cellulare. Dopodiché bisogna rivolgersi a uno dei provider accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale, che sono Aruba, Namirial, Poste Italiane, Tim, Infocert, Intesa, Lepida, Register, Sielte. Questi ultimi consentono di creare lo Spid gratis o a pagamento. Il riconoscimento dell’identità va effettuato mediante una webcam, con la carta di identità elettronica, il passaporto elettronico, con la Carta Nazionale dei Servizi.

SPID
SPID

Come ottenere la Carta di identità elettronica

Un altro modo per entrare nei servizi della pubblica amministrazioni è la Cie. Cioè uno strumento di identità digitale riconosciuto anche in Europa. Per ottenerla bisogna rivolgersi al proprio Comune di residenza (o nel caso dei residenti all’estero, al Consolato di riferimento). Il costo della Cie è 16,79 euro, oltre ai costi fissi e di segreteria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Morti sul lavoro, stragi senza fine: 772 morti da inizio 2021

Come ottenere la Carta Nazionale dei Servizi

La Carta Nazionale dei Servizi è la tessera sanitaria. Per poterla utilizzare come CNS è necessario recarsi in un ufficio della regione di residenza, che rilascerà un pin.