Richiami alimentari, ritirato noto prodotto per rischio chimico: la nota

0

Richiami alimentari, ritirato noto prodotto per rischio chimico: la nota del ministero della Salute. Gli italiani devono fare attenzione

Ritiro prodotti alimentari
Ritiro prodotti alimentari supermercato (Foto: Getty)

Il rischio per quanto riguarda i prodotti alimentari contaminati è sempre all’ordine del giorno. Sia in Italia che nel resto dei Paesi europei arrivano continui richiami a fare attenzione ad alcuni rischi chimici legati alla contaminazione dei cibi destinati alla vendita al dettaglio. Come specificato dal ministero della Salute sul suo sito ufficiale, gli operatori del settore (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti in vendita. In caso di qualsiasi rischio sono tenuti a ritirare immediatamente l’articolo dal mercato. L’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, sia mediante messaggi sul punto vendita sia sul web nella relativa area del sito del ministero. Questo avviso è a cura della singola Regione coinvolta, che riceve l’avvertimento direttamente dalla Asl competente.

LEGGI ANCHE >>> Green pass, il Tar del Lazio respinge il ricorso dei prof no vax: “Corretta la sospensione di chi non lo possiede”

LEGGI ANCHE >>> Allarme alimentare, ritirato noto prosciutto: attenzione a queste marche

Richiami alimentari, ritirato noto prodotto per rischio chimico: lo comunica il ministero della Salute

Supermercati
Supermercati (Foto: Getty)

Solo sul sito istituzionale si possono apprendere le comunicazioni ufficiali, per cui si invita a diffidare da alcuni riferimenti privati che non hanno la giusta attendibilità.

Nello specifico questa volta il richiamo fa riferimento ad un preparato addensante per prodotti da forno. L’azienda di riferimento è la MOLINO ROSSETTO SPA, residente a Pontelongo, in provincia di Padova. L’avvertimento si riferisce alla possibile presenza di tracce di Ossido di Etilene nell’ingrediente farina di semi di carrube.

Il ministero della Salute invita i clienti che avessero acquistato il prodotto a non consumarlo ed a riportarlo al punto vendita per il rimborso dovuto.

>>> CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTA UFFICIALE >>> 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui