Royal Family, Meghan Markle nella bufera: tutta colpa dell’Afghanistan!

0

Royal Family, Meghan Markle nella bufera: tutta colpa dell’Afghanistan! Il ritiro delle truppe americane continua a tenere banco a livello internazionale

Meghan
Meghan Markle (Foto: Getty)

Il ritiro delle truppe americane dall’Afghanistan dopo 20 vent’anni ha causato un rimbalzo mediatico pazzesco a livello planetario. La difficilissima situazione politica e sociale del Paese asiatico, con il ritorno al potere dei talebani, ha scosso le coscienze internazionali, con tanto di foto e video davvero strappa cuore. Mamme costrette a salutare i propri bambini nella speranza che i soldati li portino via con loro. Kabul sotto assedio e in preda a un isterismo collettivo che non può essere ignorato. Anche Meghan Markle è entrata ultimamente in questa faccenda, anche se per vie traverse. Mayhew, l’amata organizzazione benefica per gli animali del Regno Unito, ha rilasciato una dichiarazione sulla sospensione dei loro progetti in Afghanistan a causa dell’attuale crisi.

L’ente benefico, fondato nel 1886 e di cui la duchessa del Sussex è patrona, ha spiegato su Twitter i motivi della sospensione delle proprie attività in loco. Il problema principale è legato alla “grande preoccupazione” di tutto i follower del team, per le condizioni nelle quali operano sul territorio di Kabul. Con la risalita dei talebani diventa impossibile per loro rimanere attivi sul posto. 

LEGGI ANCHE >>> Royal Family: fra la regina Elisabetta, Harry e Meghan pronto lo scontro in tribunale

LEGGI ANCHE >>> Royal Family, l’errore imperdonabile di Kate Middleton: lo fanno tutti!

Royal Family, Meghan Markle nella bufera: critiche alla sua associazione benefica per gli animali

Meghan Markle
Critiche per Meghan Markle (Foto: Getty)

L’organizzazione benefica si occupa nello specifico dei casi di abbandono degli animali e dell’importanza degli stessi per le persone meno fortunate, che devono avere compagnia.

Nel commento sui social è stato specificato come: “Mayhew Afghanistan ha messo in atto due programmi a Kabul: vaccinazione di massa contro la rabbia e sterilizzazione. Entrambi questi programmi rimangono sospesi”.

L’organizzazione con sede a Londra, che lavora per migliorare la vita di cani, gatti e persone nelle comunità sia a livello locale che internazionale, ha confermato di rimanere in contatto con chi opera sul posto. In più verrà fornito tutto il supporto necessario alle altre associazioni che operano lì. Purtroppo però, anche altri enti benefici, in svariati campi di applicazione, stanno facendo dietrofront a causa della situazione politica instabile. Un impoverimento generale per un Paese già in grandissima difficoltà. Sui social ci sono state anche pesanti critiche a Meghan Markle per il modo di comportarsi della sua associazione. L’abbandono della causa afgana non è stata ben digerita da molte persone, che auspicano di poter trovare soluzioni alternative rispetto alla chiusura completa del progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui