Denise Pipitone, spunta un nuovo mistero: cosa c’era in quella casa?

0

Denise Pipitone, i misteri legati alla scomparsa ogni giorno si arricchiscono di particolari. L’ultimo è legato alla casa del padre naturale

Tra ipotesi, sospetti e illazioni la vicenda legata alla scomparsa di Denise Pipitone mai come nelle ultime settimane ha scritto pagine nuove. Alcune sono al vaglio della procura che non ha mai mollato la presa sulla questione. Altre invece sono supposizioni che meritano eventualmente di essere approfondite. Come l’ultimo mistero legato ad una casa di Mazara del Vallo.

Denise Pipitone
La bambina al momento della scomparsa (via WebSource)

La bambina, scomparsa nel settembre del 2004, potrebbe essere infatti stata rinchiusa qui, almeno in una prima fase dopo il suo sequestro. Ne ha parlato nelle scorse ore la trasmissione ‘Quarto Grado’ e poi sull’argomento è tornato anche il ‘Giornale di Sicilia’ con un nuovo articolo.

La stanza potrebbe essere (il condizionale rimane d’obbligo) il primo rifugio scelto per nascondere la piccola. Un piccolo vano nell’appartamento di Anna Corona, la moglie del padre naturale di Denise, che nel corso degli anni potrebbe essere stato modificato ad hoc. Come risulterebbe infatti da documenti catastali era alta circa 4 metri e oggi invece misura più o meno la metà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, clamorosi sviluppi: Piera Maggio nega parzialmente

Denise Pipitone, spunta un nuovo mistero: nessuna traccia di una eventuale botola

Una questione aperta 16 anni fa, quando un uomo estraneo alla vicenda era  interessato all’acquisto dell’appartamento. Ma alla fine era stato costretto a rinunciare perché non c’era uniformità tra le piantine che erano alò catasto e quello che invece effettivamente era dentro all’alloggio.

Caso Pipitone, interviene il Pd
Piera Maggio (Twitter)

L’avvocato Gaspare Morello, che rappresenta i proprietari dell’immobile, però ha negato l’esistenza di questa ipotetica stanza segreta perché non sembrano esserci evidenti tracce di una botola che darebbe accesso alla stanza segreta in questione. E non si vede nemmeno dalle riprese, fatte in esterna, dalla troupe di ‘Quarto Grado’ all’appartamento.

Quindi ancora una volta molte idee, molte ipotesi ma nessun dato certo anche se chi conosce bene la vicenda è convinto che presto possa arrivare una svolta. E intanto Piera Maggio, la mamma di Denise, aspetta una chiamata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui