Napoli, uomo sequestrato per estorsione e liberato sull’A1: blitz della polizia

0

E’ stato sequestrato in provincia di Napoli e i suoi rapitori lo stavano portando in Francia: la vittima sarebbe stata liberata una volta ottenuto il riscatto

Napoli, uomo sequestrato per estorsione e liberato sull'A1
Polizia (Getty Images)

Nella giornata di martedì 25 maggio un uomo campano è stato sequestrato in provincia di Napoli da due uomini francesi con lo scopo di estorcere denaro alla famiglia della vittima. Fortunatamente, grazie ad un blitz della polizia, l’uomo è stato liberato nei pressi di Orvieto, sull’autostrada A1.

I due rapitori di origine magrebina, sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona. Tuttavia sono ancora in corso gli accertamenti su un terzo coinvolto nel rapimento. L’intervento della polizia è scattato immediatamente in seguito ad alcune segnalazioni sul presunto sequestro.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE QUESTO>>> Caso Orlandi, analizzati i resti nel cimitero teutonico: i risultati della ricerca

Diretti in Francia, avrebbero liberato la vittima dopo avere ottenuto il riscatto: con loro un quarto uomo

Napoli, uomo sequestrato per estorsione e liberato sull'A1
Polizia
A bordo dell’auto di colore scuro viaggiavano la vittima con i suoi rapitori nati in Francia ma di origini magrebine. Con loro, nella vettura diretta verso il nord con affissa una targa francese, vi era un quarto uomo che all’arrivo della polizia è sembrato sollevato. Questo ultimo avrebbe detto a bassa voce di essere stato anch’egli rapito.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>> Denise Pipitone, esce allo scoperto: siamo giunti alla verità?

Il napoletano sequestrato ha denunciato i suoi rapinatori. Stando al suo racconto, questi ultimi sarebbero stati spinti dalla volontà di recuperare alcuni crediti richiesti alla vittima. Le indagini condotte dalla polizia di Orvieto ha permesso di appurare che i sequestratori arrivati con l’uomo in Francia, lo avrebbero liberato solo dopo avere ottenuto il pagamento del riscatto da parte della famiglia della vittima.

I due sequestratori infine sono risultati già inquisiti in passato. Tra i reati commessi sono emerse rapine a mano armata, aggressioni contro le FFOO e fuga da una stazione di polizia. Proseguono invece le indagini sul quarto uomo trovato a bordo dell’auto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui