Cashback, rischio beffa finale: attenti a questo errore 

0

Cashback, attenzione a questo errore clamoroso che rischierebbe di farvi perdere 1.500 euro. Sarebbe duro da digerire 

Foto Pixabay

La maratona per il cashback e supercashback prosegue a ritmi elevati, con avanzamenti di massa verso il traguardo e divari spesso sottilissimi da una posizione all’altra. Basta un paio di acquisti in più, o due in meno, che si può passare da inferno a paradiso in pochissime ore. Ma non tutti quelli che vi sono davanti hanno chissà quante operazioni in più di voi. Anzi: molti di loro in realtà, sicuramente saranno al vostro stesso numero. Ciò che determina la posizione, piuttosto, è l’ordine cronologico di chi ha effettuato per primo l’acquisto che determina poi quel numero temporaneo.

Potrebbe interessarti anche —-> Cashback, ecco l’unico modo certo per vincere i 1.500€

Cashback, la beffa delle pari transazioni 

cashback GOVERNO DRAGHI
Il futuro del piano è sempre più in bilico (Pixabay)

Uno scenario, questo, che potrebbe palesarsi soprattutto al rush finale quando verrà stilata la classifica ufficiale. E cosa succederà in quel caso? Praticamente la stessa cosa, come confermato dallo stesso Ministero dell’Economia attraverso le FAQ relative al cashback: “A parità di numero di transazioni valide al termine di ciascun periodo, avrà la priorità chi ha effettuato l’ultima transazione valida prima degli altri partecipanti”. Significa che, a un certo punto, anche l’orario di acquisto può incidere direttamente sul risultato finale dei 1.500 euro.

A parità di condizioni, infatti, vince chi è arrivato per primo alla meta. Supponiamo che la corsa si concluda con 614 transazioni per l’ultimo classificato, quota raggiunta da almeno 39 persone nel giorno del gong finale. In questo caso, vincerebbe la persona che ha realizzato il primo acquisto possibile del giorno. Potrebbe essere anche alle 00.01 minuti per esempio senza considerare al coprifuoco, oppure alle 05.01 molto più verosimilmente. Se volete fare operazioni il prossimo 30 giugno, pertanto fatele il prima possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui