Amici 20, confessione di Giulia Stabile: “Mi hanno distrutto tutto”

0

Giulia Stabile, vincitrice dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi ha parlato ai microfoni de Il Fatto Quotidiano.

Una ragazza sorridente che non ha gettato mai la spugna, nemmeno davanti ai dispetti che i compagni di scuola le riservavano in classe. Alla fine, come accade nelle favole più belle, sabato scorso Giulia Stabile si è presa la sua rivincita nel corso della finalissima di Amici di Maria De Filippi, ventesimo anniversario del programma che per la prima volta ha visto trionfare una ballerina. Record su record.

Giornalisti e pubblico hanno votato all’unanimità. Giulia ha meritato di vincere più del suo compagno Sangiovanni il quale, sin dall’inizio del programma era dato per vincitore. Le finali ci insegnano sempre che partire favoriti non è mai un vantaggio. Ma al di là della sconfitta, Sangio è stato il faro della vincitrice del programma. “Sangio è fondamentale per me. Il nostro incontro è stato magico perché sono entrati in contatto i nostri due ‘bambini dentro’. Mi ha sempre detto che io ho rappresentato per lui una ventata di leggerezza. Sangio c’è stato per me, mi ha fatto capire che ero bella così come sono”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Isola dei Famosi, malore improvviso per un naufrago: le sue condizioni

Amici 20, confessione di Giulia Stabile: “Mi hanno distrutto tutto”

Bella, dolce, simpatica, romantica e con un passato tutt’altro gioioso. Giulia Stabile infatti ha vissuto momenti tremendi nei tre anni di scuole medie. “Mi è successo di tutto. Quegli anni mi hanno distrutta e segnata perché quando ho iniziato il Liceo, pensavo sarebbe finito tutto, invece mi sono portata appresso tutte le mie fragilità. Non sono mai arrivati alle mani ma i bulli mi hanno detto e fatto di tutto”.

Una ragazza educata, fin troppo, che ogni giorno ha dovuto fare i conti con persone che andrebbero isolate dal resto dei ragazzi. “Sono una persona attaccata affettivamente alle persone e alle cose, così quando tornavo in classe mi facevano trovare tutti i miei oggetti personali distrutti. Una volta hanno tagliato anche la mia giacca di pelle. Ero dispiaciuta più che per me, per i miei genitori che con tanti sacrifici mi compravano ciò di cui avevo bisogno”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui