Bonus zanzariere, come funziona e chi lo può richiedere

0

La legge di bilancio del 2021 ha confermato il bonus zanzariere, il quale rientra nell’operazione di efficientamento energetico: requisiti, importo e chi può richiederlo

Bonus zanzariere
Bonus zanzariere (Pixabay)

Il bonus zanzariere è stato confermato anche per quest’anno, si tratta di un’agevolazione sull’acquisto di tale prodotto. Nel dettaglio, è possibile ricevere uno sgravio fiscale per le spese fatte entro il 31 dicembre del 2021. La detrazione è pari al 50% del totale d’acquisto, per un massimo di 60.000 euro. Le zanzariere che vengono installate, però, devono fare anche da schermatura solare. Inoltre, la detrazione deve rientrare nell’ecobonus 50%. Infatti bisogna che si adoperi anche un miglioramento dell’efficienza energetica.

Le zanzariere possono essere applicate in qualsiasi tipo di immobile, purché regolarmente accatastato ed in pari con il pagamento delle tasse. L’incentivo non può essere sfruttato per interventi su unità immobiliari in corso di costruzione. Può ottenere il bonus zanzariere anche chi vive in un condominio, previa presentazione del progetto in assemblea e conseguente approvazione dei lavori.

LEGGI ANCHE—> Reddito di emergenza 2021, alcuni restano esclusi: i motivi

Zanzariere, quali sono compatibili con il bonus

Coronavirus zanzare

Le zanzariere in sé devono rispettare alcuni requisiti per essere compatibili con il bonus. In primis, devono essere fisse (non sono ammesse quelle smontabili), poi devono essere installate su una superficie vetrata, regolabili e devono rispettare le normative nazionali riguardanti l’efficienza energetica. In ultimo, non per importanza, devono essere marcate CE. Come già detto, ed a specificarlo è l’Agenzia delle entrate, devono fare anche da schermatura solare ed avere un valore Gtot (fattore solare) superiore a 0.35.

LEGGI ANCHE—> Tari, tassa in sensibile aumento: mazzata per gli italiani

L’incentivo fiscale viene recuperato in dieci quote annuali con uguale importo. Su una spesa di 5.000 euro, quindi, la detrazione sarà di 2.500 euro totali. Questa verrà suddivisa in 250 euro su 10 anni. Si può scegliere anche la cessione del credito o lo sconto in fattura. La documentazione dev’essere conservata per almeno dieci anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui