Ue, Michel torna sul ‘caos Erdogan’: “Situazione deplorevole”

0

Il Presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, è tornato sul caos Erdogan e denuncia: “Situazione deplorevole, non ho voluto peggiorarla”.

AstraZeneca von der leyen
Ursula von der Leyen senza poltrona da Erdogan (Getty images)

Torna a parlare Charles Michel sul caos Erdogan, con il presidente del Consiglio Ue che ha condannato la scelta del presidente turco di lasciare Ursula Von Der Leyen senza poltrona. Una situazione a dir poco ‘imbarazzante’, con Erdogan che già aveva fatto discutere nei giorni scorsi per la sua posizione sui diritti di donne e del mondo LGBTQIA+. Nell’incontro di ieri ad Ankara, il leader turco ha lasciato la Presidente della commissione Europea senza sedia, scatenando la tensione che ha caratterizzato l’incontro.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino AstraZeneca agli over 60 anche in Italia: le parole di Figliuolo

Infatti anche Charles Michel ha definito la situazione deplorevole, ricordando di non aver voluto alimentare il clima di tensione che si era creato ad Ankara. Secondo Michel, Erdogan non si è reso conto della goffaggine con cui ha accolto la Von der Leyen. Il presidente del consiglio Ue ha ricordato come le donne siano al centro della leadership dell’Unione, ricordando anche la posizione di rilievo di Christine Lagarde.

Ue, Michel su Erdogan: “Sono rattristato, situazione che ha messo in ombra il lavoro con Ankara”

Il presidente del Consiglio Europeo si è poi detto rattristato che il video ha messo in ombra l’enorme lavoro geopolitico con Ankara. Infatti Michel ha anche risposto alle accuse che lo vedono insensibile nei confronti di quanto successo. Charles Michel ha poi continuato affermando: “In quel momento, pur percependo la natura deplorevole della situazione, abbiamo scelto di non peggiorarla con un incidente pubblico”. Così Michel ha cercato di andare avanti con il lavoro politico piuttosto che soffermarsi sulla polemica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid: un anno di chiusure. Le voci dei commercianti: “Siamo in ginocchio, ora riapriremo comunque”

Quindi l’Unione Europea ha scelto di mandare avanti il discorso politico, nonostante la rigida interpretazione da parte dei servizi turchi delle regole di protocollo ha prodotto una situazione angosciante, con un trattamento differente per quanto riguarda l’accoglienza della Presidente di Commissione. Inoltre con Recep Erdogan, il Presidente del Consiglio Europeo ha parlato anche del Consiglio di Istanbul in cui si è trattato il delicato tema dei diritti delle donne e dei bambini e più in generale sulla difesa dei nostri valori fondamentali dello Stato di diritto e della libertà di espressione o sulla stampa. Così Charles Michel ha voluto chiarire la sua posizione sul caso Von der Leyen, ricordando di non aver preso subito posizione per non far degenerare la situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui