Netflix, arriva l’attesa e avvincente serie: utenti al settimo cielo

0

Su Netflix è pronta a sbarcare nuovissima e attesa serie, pronta a mandare in delirio gli utenti. Andiamo a vederere quando arriverà il nuovo prodotto.

Netflix serie utenti
Una nuova serie sbarca sul servizio streaming (Getty Images)

Non si ferma la ricerca di Netflix su nuove storie da raccontare ai propri utenti con le serie tv. Infatti la piattaforma streaming è pronta a lanciare “This Is a Robbery: The World’s Biggest Art Heist“, una serie basata su una rapina avvenuta 30 anni fa. In quell’occasione ci fu una rapina di quadri dal valore di 500 milioni di dollari dal museo Isabella Stewart Gardner di Boston. Tra le opere troviamo lavori di artisti celebri come Degas, Rembrandt, Vermeer e Manet. Nonostante negli anni si siano fatte numerose ipotesi, questi lavori non sono mai stati ritrovati.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, il vostro account su tutti i dispositivi: nuovo trucco per gli utenti

La serie in arrivo sulla piattaforma sarà divisa in quattro parti ed è diretta da Colin Barnicle. Il regista, in compagnia del fratello Nick, ha condotto indagini sulla vicenda a partire dal 2014, scritturando così il nuovo prodotto da portare sul piccolo schermo. Inoltre, sempre i fratelli Bernicle hanno affermato di aver voluto fare meglio di Fbi e polizia locale sulle indagini. Ma anche loro alla fine si sono arresi, ricordando che forse una soluzione a questo mistero non c’è.

Netflix, la nuova serie entusiasma gli utenti: la trama di ‘This Is a Robbery: The World’s Biggest Art Heist’

Netflix
Tutte le novità riguardanti la nuova serie della piattaforma streaming (Pixabay)

I fratelli Bernicle così ripercorrono la più misteriosa rapina di sempre, avuta nel museo Gardner ospitato in un palazzo veneziano costruito nel lontano 1899. Stando alla leggenda, il palazzo è sempre sembrato l’ideale per una rapina senza correre in eccessivi rischi. Così il 18 marzo del 1990 due uomini, vestiti da poliziotti, sono entrati al suo interno legando dapprima il custode con del nastro adesivo. Successivamente hanno poi raccolto il bottino fuggendo senza alcun problema. Tra i quadri rubati ne troviamo tre di Rembrandt, poi alcuni schizzi di Degas, “Il Concerto” di Vermeer, alcune opere di Flinck e di Manet, un vaso di poco valore e l’aquila di una bandiera Napoleonica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Diritti TV Serie A, c’è la svolta: lo ha annunciato DAZN

Da quel momento è regnato il mistero sulla storica rapina. In molti avevano imputato il custode di essere il colpevole, visto che faceva uso di droghe leggere. Mentre invece per l’Fbi. dietro al colpo. c’era la mano del mafioso Carmelo Merlino. Infatti proprio il mafioso si sarebbe servito di due scagnozzi: George Reissfelder e Leonard DiMuzio, morti entrambi nel 1991, il primo di overdose mentre il secondo in seguito ad una sparatoria. Spunta poi la pista dei fratelli Barnicle, autori della serie, secondo la quale le persone che hanno rubato le opere non siano le stesse che le hanno poi conservate. A breve quindi la serie sbarcherà su Netflix e solamente il tempo ci dirà se sarà un successo mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui