AstraZeneca, via libera dalla Francia agli over 65 con patologie

0

AstraZeneca, via libera dalla Francia agli over 65 con patologie. La nuova misura è stata varata proprio in queste ore

Vaccini Covid Francia
AstraZeneca, via libera dalla Francia agli over 65 con patologie (Foto: Getty)

Ottimizzare l’utilizzo delle dosi di vaccino è un problema che accomuna tutta Europa. D’ora in poi, proprio per questo, in Francia è stata approvata la somministrazione dell’antidoto di AstraZeneca alle persone di età superiore ai 65 anni con problemi di salute preesistenti. La decisione del ministero della Salute transalpino va in controtendenza con quanto stabilito finora da Parigi in precedenza. Un cambio di tendenza che potrà portare ad una migliore distribuzione dei farmaci a disposizione.

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva dichiarato poche settimane fa che AstraZeneca poteva essere efficace anche per gli over 65, rimandando una decisione all’inizio di marzo. Ora, come avviene anche in Gran Bretagna, quindi, tutti potranno ricevere l’antidoto inglese, senza limiti di età e anche con patologie pregresse.

LEGGI ANCHE >>> Francia, arrestato l’ex presidente Sarkozy: “Ha corrotto un magistrato”

LEGGI ANCHE >>> Regina Elisabetta, cresce la paura per il principe Filippo: è stato trasferito

AstraZeneca, la Francia apre all’uso sugli over 65 con patologie: la decisione del ministro della Salute

Covid AstraZeneca
AstraZeneca, via libera dalla Francia agli over 65 con patologie (Foto: Getty)

L’efficacia del vaccino di Oxford è stata testata attraverso nuovi esperimenti nell’ultimo mese e i risultati ottenuti nel Regno Unito sono lì a dimostrarlo. L’80% in meno di ospedalizzazioni e un calo di un terzo delle morti sono numeri troppo importanti per essere ignorati.

Parlando all’emittente BFMTV, il ministro della Salute francese Olivier Veran ha dichiarato: “Chiunque di età pari o superiore a 50 anni che sia affetto da comorbilità (ovvero più patologie insieme) può ottenere il vaccino AstraZeneca, compresi quelli tra i 65 e i 74 anni”.

Per ora, nonostante il via libera anche per i più anziani, i cittadini con età superiore a 75 anni continueranno invece a ricevere dosi di Pfizer e Moderna, ha sottolineato Veran.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui