Sky, 2 milioni di multa dall’Antitrust: doveva rimborsare gli abbonati

0

Sky, 2 milioni di multa dall’Antitrust: durante la prima fase della pandemia non ha rimborsato correttamente gli abbonati

Diritti Tv
Sky, 2 milioni di multa dall’Antitrust (Getty Images)

Gli effetti della pandemia, già la scorsa primavera, hanno bloccato tutto in Italia compreso il calcio ma c’è chi non sembra essersene accorto. Oggi infatti arriva notizia che Sky è stata multata per una cifra pari a 2 milioni di euro dall’Antitrust e il motivo è legato ai suoi abbinati oltre che alla Serie A.

Il colosso televisivo è accusato di aver adottato almeno tre pratiche commerciali scorrette vero i clienti titolari in possesso dei pacchetti di abbonamento ‘Sky Calcio’ e ‘Sky Sport’. In pieno periodo emergenziale, quando il campionato era stato sospeso come tutte le altre attività sportive, la pay tv avrebbe dovuto rimborsare adeguatamente gli abbonati. Avevano pagato per un servizio, assistere a quelle partite che di fatto non si giocavano. E per questo meritavano di essere risarciti.

Invece Sky secondo l’Autorità non ha riconosciuto un rimborso automatico oppure una diversa modulazione dei canoni mensili previsti per i pacchetti legati al calcio. E così i clienti sono rimasti legati all’abbonamento aspettando una ripresa che è avvenuta soltanto mesi dopo.

Ma non è tutto, perché non era regolare nemmeno il cosiddetto ‘Sconto Coronavirus‘, per ottenere una riduzione di prezzo sui pacchetti ‘Sky Calcio’ e ‘Sky Sport”’ dal momento dell’adesione. Sky infatti avrebbe omesso o fornito informazioni in modo non adeguato sulla sua esistenza oltre che su modalità e tempi per richiederlo.

Sky wifi
(WebSource)

In ultimo l’Antitrust ha evidenziato come Sky abbia imposto vincoli onerosi e sproporzionati per la fruizione dello ‘Sconto Coronavirus’ da parte dei clienti. La società infatti ha permesso l’adesione alla promozione esclusivamente con procedura online, senza prevedere una via alternativa. E lo sconto non è stato applicato sugli abbonamenti per i quali era stata inviata disdetta prima dell’emergenza legata al Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Anche Sky aggiorna i propri pacchetti: cosa cambia dal 5 febbraio

Sky multata dall’Antitrust, la soddisfazione delle associazioni di consumatori

La notizia della multa milionaria a Sky è stata accolta con favore da parte di alcune associazioni di Consumatori, a partire dal Codacons che all’epoca si era battuto molto. In una nota il presidente, l’avvocato Carlo Rienzi, ricorda che fin dall’inizio avevano segnalato la questione. Se il servizio non è erogato correttamente, gli abbonati hanno diritto ad essere risarciti e non ci sono scappatoie.

Codacons Carlo Rienzi

“Ora chiediamo a Sky – dice Rienzi – di provvedere ad indennizzare in modo automatico tutti i propri clienti che hanno pagato per servizi di cui non hanno potuto usufruire. Ma anche incontro con la società volto a studiare, nell’interesse dei consumatori, le migliori soluzioni per rispettare i diritti degli utenti”.

Gli fa eco anche Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori che aveva segnalato il caso all’Antitrust con un esposto. “L’Antitrust ci ha dato ragione su tutta la linea. Abbiamo sempre detto, fin dall’inizio della vicenda Covid, che era un sacrosanto diritto del consumatore pagare per i servizi effettivamente ricevuti. A fronte della sospensione di una prestazione, come le partite di calcio, l’abbonato aveva diritto ad una immediata rimodulazione o al rimborso dei canoni del pacchetto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui