Morto Claudio Sorrentino, era la voce di John Travolta e Mel Gibson

0

Morto Claudio Sorrentino, apprezzato come conduttore ma soprattutto doppiatore: era la voce di John Travolta, Mel Gibson e Bruce Willis

(Screenshot Youtube)

Cosa hanno in comune Mel Gibson, John Travolta, Bruce Willis e molte altre star di Hollywood? Il timbro inconfondibile di Claudio Sorrentino, attore, doppiatore e conduttore stroncato oggi a 75 anni dal Covid-19 dopo essere stata ricoverato in una clinica di Roma, sua città Natale.

Una carriera lunghissima, quella di Sorrentino, che aveva cominciato a prestare la sua voce al mondo del cinema già da bambino negli anni ’50. Poi crescendo erano arrivate altre proposte. Negli anni ’70 aveva condotto alcuni programmi in Rai e successivamente era stato al fianco di Fabrizio Frizzi e Roberta Manfredi (figlia del grande Nino) come conduttore di Tandem, nel  pomeridiano di Rai 2.

In carriera Sorrentino ha vinto diversi premi tra teatro (suo primo amore, anche con Eduardo De Filippo), cinema  e tv. Ma è stato anche molto impegnato nel sociale: è stato infatti tra i fondatori del Segretariato sociale della Rai e nel 2005 anche consigliere per il cinema e lo spettacolo del ministro per i Beni e le attività culturali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Lutto nella musica: è morto Erriquez, fondatore della Bandabardò

Claudio Sorrentino, una lunga carriera come conduttore e doppiatore: la sua voce era conosciutissima

(Screenshot Youtube)

Il nome di Claudio Sorrentino però è legato soprattutto al doppiaggio. Sua ad esempio era l’inconfondibile voce di Ricky Cunningham (Ron Howard), amatissimo protagonista di ‘Happy Days’ per un decennio, In quel casi era affiancato dalla sorella Liliana, apprezzata doppiatrice pure lei che nell’occasione prestava la sua vice a Erin Moran, nella serie tv la sorella di Ricky.

Suo però era soprattutto il timbro che ha accompagnato quasi tutti i film di John Travolta in Italia a cominciare da Staying Alive, Pulp Fiction, Get Shorty e Nome in codice: Broken Arrow. Ma era stato anche Bruce Willis nella trilogia di Die Hard, Mel Gibson nei quattro capitoli di Arma letale, in Braveheart – Cuore impavido, What Women Want e mo,to altro.

E ancora, Sylvester Stallone in Cop Land,  Willem Dafoe in L’ultima tentazione di Cristo, Patrick Duffy in Dallas, Gary Oldman in Sid & Nancy, Ryan O’Neal in Love Story, Daniel Day-Lewis ne L’insostenibile leggerezza dell’essere. Tutti film che sono entrati nella vita e nell’immaginario degli italiani anche grazie a lui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui