Di Battista: “Renzi non voleva revocare la concessione di autostrade ai Benetton”

0

Alessandro Di Battista attacca Matteo Renzi, rivelando come l’ex premier non fosse favorevole alla revoca della concessione di autostrade alla famiglia Benetton.

Getty Images

Alessandro Di Battista attacca nuovamente Matteo Renzi ricordando come il leader di Italia non fosse favorevole alla revoca della concessione di Autostrade alla famiglia Benetton. Lo ha fatto con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Un’accusa che rimarca ulteriormente la distanza tra i due. E d’altronde, l’esponente pentastellato si trova nuovamente in rotta con il Movimento dopo la decisione di riaprire al dialogo con Italia Viva. Di Battista infatti lo considera un errore politico che l’elettorato 5 Stelle non perdonerà. Della stessa opinione anche Barbara Lezzi e Nicola Morra, che ha anche lui pubblicato un post sul proprio profilo FB. 

Leggi anche: Crisi governo, Fico incontra gli Europeisti: continuano le consultazioni

Di Battista contro Renzi, Morra e Lezzi condividono la sua linea

Getty Images

Il presidente della commissione nazionale anti mafia ha infatti espresso il suo dissenso contro l’ipotesi di una nuova maggioranza con Iv, citando le parole di Giuseppe Prezzolini e Joseph Addison: “Agli inizi del ‘700 uno dei tratti distintivi del nostro carattere nazionale era già oggetto di riflessione da parte di un attento osservatore. Se sposassimo l’acume preferendolo alla furbizia saremmo capaci di rivoluzione, di cambiamento. Proviamoci”. 

Leggi anche: Vitali (Forza Italia) a iNews24: “Pd e M5s vogliono il voto. Rifiutata la disponibilità di Berlusconi e Salvini”

Intanto continuano le consultazioni alla ricerca di una nuova maggioranza da parte del Presidente della Camera Roberto Fico, che ha ricevuto il mandato nei giorni scorsi da Mattarella. Fico nella giornata di ieri ha concluso le riunione con il gruppo Misto, dichiarando in seguito che esistono i margini per iniziare un confronto serio e organico su un programma politico che possa dare il via a un nuovo patto di legislatura. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui