Trump saluta la Casa Bianca: “Quattro anni incredibili, abbiamo fatto tanto”

L’avventura di Donald Trump alla guida degli Stati Uniti è giunta al capolinea. Il tycoon ha lasciato la Casa Bianca

trump casa bianca
Trump, discorso d’addio prima di lasciare la Casa Bianca con Melania (Getty Images)

Dopo aver perso le Elezioni Usa 2020 e aver dato il via ad una campagna di odio e violenza, l’esperienza alla guida degli Stati Uniti per Donald Trump finisce nel peggiore dei modi. Il tycoon ha deciso di snobbare la cerimonia di giuramento di Joe Biden e Kamala Harris, abbandonando anzitempo la Casa Bianca insieme alla ex first lady Melania.

Abbiamo vissuto quattro anni incredibili, durante i quali abbiamo raggiunto risultati molto importanti” le sue parole, alle quali ha aggiunto: “Nell’ultimo anno, siamo riusciti ad arrivare ad un vaccino anti Covid in pochi mesi, un vero e proprio miracolo medico“. Dopo aver parlato, Trump è salito a bordo del Marine One e si recherà alla base militare di Andrews per una cerimonia d’addio, prima di trasferirsi nella residenza di Mar-a-Lago.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Israele, il rabbino Asor choc: “Il vaccino anti-Covid fa diventare gay”

Trump, addio alla Casa Bianca: “Centrati tutti gli obiettivi”

Donald Trump
Le parole del tycoon ai suoi sostenitori (@GettyImages)

Un discorso d’addio pieno di soddisfazione quello con il quale Donald Trump ha salutato la Casa Bianca e la carica di Presidente degli Usa.Siamo riusciti a tagliare le tasse e a snellire la burocrazia. Molto degli obiettivi li abbiamo centrati con successo” ha spiegato ai suoi sostenitori, dichiarando poi:Vi amo, dal profondo del mio cuore. In qualche modo torneremo, continuerò a lottare per voi“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Donna italiana trovata morta a San Francisco: sospetti sull’ex fidanzato

Presenti tra la folla anche tutti i figli del tycoon, che lo hanno sostenuto fino all’ultimo. Nelle prossime ore ci sarà la cerimonia d’insediamento della nuova amministrazione, con Washington completamente blindata per paura di nuove rappresaglie da parte dei sostenitori di Donald Trump.