Crisi di Governo, Renzi tuona: “Alle elezioni si va solo nel 2023”

0

Continua la crisi di Governo scaturita da Matteo Renzi. Il leader di Italia Viva ribadisce che alle elezioni si tornerà solamente nel 2023. 

Crisi governo renzi
Le parole del leader di Italia Viva(Getty Images)

Resta delicata la situazione politica in Italia, con la crisi del Governo scaturita da Matteo Renzi. Il leader di Italia Viva, infatti, ha letteralmente sconvolto la il già fragile esecutivo di Giuseppe Conte, scaturendo una crisi in piena pandemia. Eppure, nonostante Italia Viva abbia tolto il suo sostegno al Governo, comunque rimane distante dalle elezioni anticipate.

In un’altra ospitata televisiva, stavolta a “Dritto e rovescio” su Rete 4, Renzi annuncia: “Le elezioni si faranno nel 2023, vanno aperte le scuole e non le urne“. Il senatore fiorentino ha ribadito che “l’ammucchiatona” si farà solamente quando ci sarà una legge elettorale che deciderà chi ha vinto. Infatti il leader di Iv sostiene che servirebbe una legge elettorale come quella dell’elezione dei sindaci. Andiamo quindi a vedere le altre proposte del senatore durante la sua ospitata in televisione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Berlusconi rassicura: “Sto bene, ricovero per accertamenti di routine”

Crisi di Governo, Renzi: “Pieni poteri a nessuno, nemmeno a Conte”

Crisi Governo  Renzi
Continua a tuonare il senatore fiorentino sull’attuale situazione italiana (Getty Images)

Durante la sua ospitata a Dritto e Rovescio su Rete 4, Matteo Renzi ha ribadito una delle sue principali idee politiche. Infatti il leader di Italia Viva non è disposto a dare pieni poteri a nessuno, nè tantomeno a Giuseppe Conte. Proprio per questo motivo, il senatore ha chiesto delucidazioni sui servizi segreti italiani. Una domanda chiara ha fatto Renzi al Governo attuale, ossia, se nonostante la pandemia esista ancora la democrazia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Crisi di governo, martedì il verdetto definitivo: le mosse di Conte

Infine durante il programma Mediaset, il senatore fiorentino ha concluso affermando: “Io sto chiedendo ci siano più soldi per la Sanità con il Mes. Se ci sono i soldi siamo ben felici di continuare, se no meglio perdere la poltrona che la faccia“. Intanto il premier Giuseppe Conte si prepara ad organizzare il terzo esecutivo, e con molte probabilità vedrà il rientro di Mastella in politica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui