Pomigliano d’Arco, busta con un proiettile al sindaco: le reazioni

0

Pomigliano d’Arco, busta con un proiettile al sindaco e non è nemmeno la prima volta: le reazioni dal mondo della politica e non solo

Pomigliano d’Arco, il sindaco Del Mastro (Facebook)

Invece degli auguri per l’anno nuovo, un proiettile. Questo il contenuto di una lettera minatoria ricevuta giovedì mattina (ma il fatto è stato reso noto solo oggi) dal sindaco di Pomigliano d’Arco (Napoli), Gianluca Del Mastro.

La lettera è arrivata negli uffici del Comune, appena riaperti dopo le festività, in una busta indirizzata al Primo Cittadino. Gli impiegati l’hanno aperta, come è usanza fare, prima di consegnarla e hanno scoperto il suo contenuto. Il mittente è un nome fittizio, non esiste riscontro. Ma il proiettile è vero anche se toccherà agli inquirenti stabilirne la provenienza e verificare se ci siano altre impronte al di là di chi è certo di averla toccata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Minacce di morte a Bentivogli, tre proiettili in busta per l’ex segretario Fim-Cisl

Minacce al sindaco di Pomigliano, è la seconda volta negli ultimi tre mesi

Ma Del Mastro ha anche svelato che non è la prima volta che accade: “Subito dopo la mia elezione, abbiamo trovato un proiettile fuori ad una sede elettorale, senza busta né lettera. Anche allora ho denunciato l’accaduto. Questa volta invece il proiettile era in una busta contenente anche una lettera nella quale mi si chiede di dimettermi per il mio bene”.

Il sindaco Del Mastro (Facebook)

Pomiglianese doc, come il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, Gianluca Del Mastro è professore di papirologia all’Università ‘Vanvitelli’ di Napoli’ Ma lo scorso anno, per il bene della sua città, ha accettato la candidatura congiunta tra Pd e M5S per andare a guidare il Comune. In carica dai primi di ottobre, ha promesso rinnovamento ed efficienza anche se in realtà per ora non sono stati varati piani tali da poter essere oggetto di minaccia.

A lui, fin da subito, la solidarietà di molti concittadini ma anche quella del mondo politico. Come la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Valeria Ciarambino: “Pomigliano è un territorio che ha potenzialità enormi che anni di non governo hanno sistematicamente soffocato. Il rinnovamento oggi è possibile e questo sindaco lo sta dimostrando, lavorando a testa bassa e senza remore. Un atteggiamento che ha inevitabilmente dato fastidio a qualcuno, ma non saranno certo le minacce di pochi vigliacchi e qualche proiettile recapitato in una busta a fermare un processo di cambiamento”.

Un impegno che il sindaco ribadisce: “Continuerò a lavorare con forza e determinazione per il bene della città e per rendere Pomigliano più vivibile nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e legalità. Non lascerò mai che simili episodi possano influenzare l’azione di governo che stiamo portando avanti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui