Digitale Terrestre, quando avverrà lo switch off per Rai e Mediaset

0

Il Digitale Terrestre si prepara allo switch off allo standard DVB-T2. Ecco quando non sarà più possibile vedere Rai e Mediaset

digitale terrestre
Digitale Terrestre, quando avverrà lo switch off (Pixabay)

Il 2021 sarà un anno di rivoluzione per il Digitale Terrestre, che si prepara ad abbandonare definitivamente le sue attuali frequenze – da destinare al 5G – per passare al nuovo standard DVB-T2. Si tratta di una grossa novità che sarà vedere tutti i canali in alta definizione ma che obbligherà migliaia di italiani a cambiare il proprio TV o decoder Tivùsat.

Ricordiamo che, sin da ora, è possibile vedere se il vostro attuale apparecchio è compatibile con la nuova tecnologia: vi basta sintonizzarvi sul canale 100 o 200 e vedere se il test funziona. In caso contrario, il governo ha lanciato il Bonus TV del valore di 50 euro per tutti coloro che hanno un ISEE inferiore ai 20mila euro. Vediamo quando non sarà più possibile vedere Rai e Mediaset.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Facebook, addio al tasto storico: grosso cambiamento in vista

Digitale Terrestre, quando verranno oscurate Rai e Mediaset

programma tv coronavirus
Ecco quando tocca a Rai e Mediaset (viaWebsource)

Nei prossimi mesi, anche Rai e Mediaset non saranno più visibili col vecchio standard di riproduzione. Lo switch off a DVB-T2 del Digitale Terrestre colpisce anche le emittenti più popolari in Italia, costrette a passare alla nuova tecnologia. Ma quando effettivamente i canali verranno oscurati? Il piano prevede una divisione del territorio in 4 macro-aree e il passaggio sarà graduale e avverrà tra il 2021 e il 2022.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, rivoluzione storica: ora sarà obbligatorio

Si parte con le aree 1 e 3, che comprendono Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Trento e Bolzano, Veneto e Valle d’Aosta. In queste regioni, lo switch off avverrà tra l’1 settembre e il 31 dicembre 2021.

Per l’area 2, che comprende Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna, il passaggio è più lontano e avverrà tra l’1 gennaio e il 31 marzo 2022. Infine l’area 4, con Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia che potranno aspettare fino al periodo compreso tra l’1 aprile e il 20 giugno 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui