Truffe online, sono state 98 mila nel 2020: il report della Polizia Postale

0

Nel 2020 ci sono stati 98mila casi di truffe online di disparata tipologia: questo è quanto emerso dal report della Polizia Postale

Polizia Pedopornografia

Le truffe online nel 2020 sono state circa 98 mila ed è la Polizia Postale a rendere noto il dato che è cresciuto rispetto agli anni scorsi anche, probabilmente, a causa dell’epidemia da Covid-19 e le relative misure.

In primis, sono stati scoperti numerosi lotti venduti online e destinati alla vendita al dettaglio di mascherine, guanti e gel igienizzanti con il marchio CE contraffatto. Nella maggior parte dei casi provenivano dall’estero ed erano dirette alle farmacie, ignare del raggiro.

Ancor più triste la vicenda riguardante le truffe delle false raccolte fondi avvenute tramite siti web apparentemente riconducibili ad enti ospedalieri o soggetti bisognosi di aiuto. Aumentati anche i falsi annunci di lavoro, i quali hanno due obiettivi: o il furto d’identità o pratiche criminali legate al riciclaggio di denaro sporco.

LEGGI ANCHE—> WhatsApp, i migliori auguri per la “Befana”: le frasi più virali

Truffe online, ma non solo: i pericoli maggiori

coronavirus truffa online

Sono stati 358 i casi di falso trading online per un danno pari a 20 milioni di euro. Il revenge porn ha visto 59 denunciati su 126 casi. Per quanto riguarda la diffamazione online sono stati 2.234 i casi, 143 quelli di stalking e estorsioni basate sul possesso di contenuti espliciti. Quest’ultimo ha portato ad oltre 36 denunce.

LEGGI ANCHE—> Facebook ha copiato: risarcimento milionario ad un’azienda italiana

Molto frequenti minacce o molestie attraverso i social: i dati parlano di 1.001 casi, 270 denunce e 2 arresti. Si sono registrano molti atti intimidatori contro i giornalisti. A fronte di tutto ciò sono state salvate 35 persone che avevano annunciato il suicidio su piattaforme online.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui