Covid-19, Zaia: “Numero morti alto? È legato all’età media in Italia”

0

Covid-19, il governatore del Veneto Luca Zaia ha parlato della situazione attuale, soffermandosi sui tanti decessi in Italia

covid-19 Zaia
Covid-19, il governatore Zaia ha dato una spiegazione al numero di decessi più alto della media europea (Foto: Getty)

Preoccupano i dati relativi al Covid-19 in Italia. Le misure imposte dal Governo stanno iniziando a dare i loro frutti, ma è ancora decisamente prematuro parlare di emergenza superata. Fino a quando il vaccino non sarà realtà, molto probabilmente sarà difficile tornare alla vita di sempre, almeno per i prossimi mesi.

Soprattutto per quanto riguarda l’Italia, a far riflettere è anche il numero molto alto di decessi ogni giorno. A tal proposito, è intervenuto il governatore del Veneto Luca Zaia, che ha cercato di dare una spiegazione a questo dato. “Ad incidere molto rispetto ad altri Paesi europei è l’età media delle persone, più alta rispetto alla media la sua osservazione:Per esempio, da noi in Veneto il 90% dei ricoverati ha un’età media di 70 anni“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid-19, Conte: “Possibile differenziazione tra province”

Covid-19, Cirio: “Natale? Nessun liberi tutti”

covid-19 cirio
Intanto, il governatore del Piemonte Cirio ha parlato del Natale che verrà (Foto: Getty)

Altro tema molto caldo degli ultimi giorni è quello relativo al prossimo Natale col Covid-19. Il governo sta varando nuove misure per tentare di garantire parziali riaperture nelle prossime settimane, ma al momento la situazione sembra tutt’altro che rosea. Il presidente del Piemonte Alberto Cirio ha parlato delle festività, facendo il punto sull’emergenza Coronavirus. “Non sarà un Natale da liberi tutti, anzi. Dobbiamo restare vigili, altrimenti a febbraio ne pagheremo nuovamente le conseguenzele sue parole: “Non possiamo permetterci più una situazione di questo tipo, meglio rinunciare a veglioni ora che chiudere tutto“.

Sull’uscita del Piemonte dalla zona rossa, poi, Cirio ha aggiunto: “Ci darà stabilità. Il governo deciderà cosa chiude e cosa rimane aperto, ma noi potremo indicare in che modo svolgere una determinata attività. Per esempio, saremo in grado di diversificare gli orari pre la scuola“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Bertolaso lancia l’allarme: “Terza ondata tra febbraio e marzo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui