Calabria, Conte si scusa: “Colpa mia, ora basta passi falsi”

0

Sulla situazione in Calabria, si scusa il premier Giuseppe Conte ammettendo le proprie colpe. Per il Presidente adesso basta passi falsi.

Calabria Conte
Il premier Conte si assume la responsabilità sul caos in Calabria (Foto: Facebook)

Durante la sua ultima intervista, il premier Giuseppe Conte si scusa con la Calabria ed il popolo calabrese per la nomina dei tre commissari straordinari in due giorni. Il Presidente del Consiglio non si nasconde, ammette le sue colpe ed esce allo scoperto, affermando di essere pronto per nominare la persona giusta con le competenze adeguate.

Infatti sta andando in porto l’accordo tra la ong di Gino Strada e la Protezione Civile per intervenire sul caos Covid-19 nella regione. Il premier si è scusato anche per gli anni di malasanità nella regione Calabria, che ha portato anche al pasticcio dei tre commissari nominati in due giorni. Infatti Conte si è giustificato affermando che con di Gaudio, ex rettore della Sapienza di Roma, alla fine non si è trovato nessun accordo.

Inoltre, sempre il Presidente del Consiglio, ha affermato che lo stesso ex rettore gli aveva confidato di alcuni problemi familiari, confidando di poterli superare. Mentre invece sulla situazione Governo, il premier afferma che non c’è nessuna frattura nè si è aperta una crepa.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Zone rosse, ancora scontro tra Regioni e Governo: “Il dialogo è aperto”

Calabria, Conte nomina Gino Strada: “Emergency pronta a collaborare”

Calabria Conte
Il premier nomina il nuovo commissario per la regione (Foto: Facebook)

Il premier Giuseppe Conte, nella sua ultima intervista ha spiegato che in questo momento sta gestendo tantissimi dossier, per questo motivo non ha la possibilità di di incontrare tutti e di effettuare controlli in dettaglio. Sempre Conte ha poi affermato: “Il processo decisionale si è sviluppato in modo lineare e nel pieno confronto con tutti i ministri direttamente coinvolti“. Infatti si è passato dal ministro dell’Economia a quello della Salute, fino ad arrivare al ministro degli Affari Regionali.

Sulla nomina di Gaudio, Conte ha ricordato che è stato uno dei rettori dell’Università più grande in Europa ed è un nome che è lievitato proprio per la necessità di nominare un calabrese per ricoprire il ruolo delicato. Per questo si era pensato a Gaudio, proprio per sanare quella ferità.

Ma alla fine, fortuntamente, si è riuscito a trovare l’accordo con Gino Strada e la sua Ong, Emergency. Infatti in merito all’accordo con la Ong, Conte ha concluso affermando: “Oggi invece abbiamo siglato una convenzione con la Protezione civile. Emergency sarà subito operativa in Calabria, con ospedali da campo, covid hotel e operazioni di triage“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Mattarella e il virus che divide l’Italia: “Basta polemiche”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui