Covid-19, Locatelli: “Gli effetti del Dpcm si vedranno dal 9 novembre” 

0
25

Covid-19, il professor Franco Locatelli fa il punto della situazione. Il presidente del Consiglio superiore di Sanità, intervenuto al Corriere della Sera, si dice ottimista su un aspetto. 

Coronavirus Locatelli
(via Pixabay)

Nonostante i ritardi, è ancora possibile controllare la seconda ondata già in atto. Ma serviranno delle misure precise, inderogabili, e con la piena collaborazione di tutti: cittadini e istituzioni varie. Lo garantisce Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità e componente del comitato tecnico scientifico, intervenuto quest’oggi ai microfoni del Corriere della Sera.

L’ottimismo del professore nasce soprattutto da un aspetto, ovvero la differenza con la prima ondata. Non solo nei numeri e nell’intensità, ma anche e soprattutto nella preparazione contro questa. “La situazione – spiega – continua ad essere diversa rispetto alla scorsa primavera, periodo in cui ci si trovava a confrontarsi per la prima volta con un virus ignoto”. 

Covid-19
Malato Covid-19 (Foto: Getty)

Covid-19, Locatelli sicuro: “Seconda ondata gestibile”

A differenza di inizio anno, infatti, quando le strutture ospedaliere erano alle prese con qualcosa di nuovo e spaventoso, ora c’è una preparazione specifica in merito. All’epoca: “C’erano criticità in termini di disponibilità di mascherine e di realizzazione di test diagnostici, che fortunatamente sono state superate grazie allo sforzo di tanti tra i quali in particolare il commissario Arcuri”.

Potrebbe interessarti anche —-> Dpcm, Sala: “Lockdown giusto, ma a Milano chiusura un po’ anomala”

L’Italia fu trovata impreparata non solo come attrezzature, ma anche come strutture ospedaliere stesse. Una criticità, oggi, che non sussiste: “Anche i posti letto nelle rianimazioni sono in numero considerevolmente maggiore e i percorsi terapeutici dei malati sono fondati su più solide evidenze di cosa può essere davvero utile per la loro gestione”. 

Ed è per questo che Locatelli crede che ci siano ancora le condizioni per tenere sotto controllo la situazione. Nel frattempo c’è una data specifica da cerchiare in rosso sul calendario degli italiani: “Gli effetti si iniziano a vedere a due settimane dalla loro implementazione e trovano compiuto impatto dalla terza settimana. Gli effetti derivanti dalle misure previste nel Dpcm del 24 ottobre si vedranno dal 9 novembre”. 

Leggi anche —-> Covid-19, ecco la nuova età media dei deceduti: lo studio 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui