Coronavirus, De Magistris: ”Situazione più grave di quello che dicono i dati”

0
45

Coronavirus, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha dichiarato che la situazione in Campania resta molto critica nonostante sia stata classificata come zona gialla. 

Getty Images

“La realtà è più grave di quello che risulta dai dati”. Questo il commento del sindaco di Napoli Luigi De Magistris sulla nuova emergenza sanitaria che stiamo vivendo a causa del coronavirus. Intervistato durante la trasmissione “Mattino 5”, il primo cittadino partenopeo ha spiegato che “se siamo zona gialla e siamo già al collasso, se non si fanno restrizioni più severe sotto il profilo delle relazioni sociali rischiamo da qui a qualche giorno una situazione da default”. La Campania a suo parere si trova ormai in piena emergenza e lo dimostra il fatto che da circa un mese si sono dovuti interrompere i ricoveri negli ospedali. 

Leggi anche: Dpcm, Fontana: “Non ci sarà nessuna deroga, lombardi tenete duro”

Coronavirus, De Magistris: “In 7 mesi non è stato fatto quasi nulla”

Getty Images

Una situazione che secondo De Magistris poteva essere prevista e arginata non fosse che “in 7 mesi non è stato fatto quasi nulla. Non discuto i parametri oggettivi, ma chi li costruisce ha perso il controllo, non voglio discutere se in buona fede o in malafede, ma è un dato oggettivo. Non posso credere che Napoli all’improvviso sia diventata un luogo tra i più sicuri d’Italia in questo momento, perché non è così. Riceviamo ogni giorno telefonate di persone che attendono ore per una bombola d’ossigeno dentro a una macchina”. Perché dunque la Campania è stata dichiarata zona gialla? E un quesito che si pone il sindaco di Napoli chiedendosi inoltre se stia stata realmente fatta una valutazione oggettiva in merito. D’altronde, soltanto quindici giorni fa “il presidente della Regione annunciava un imminente lockdown perché la situazione negli ospedali era al collasso, e confermo che la situazione negli ospedali e non solo negli ospedali, dal punto di vista sanitario, è al collasso. Il professor Ricciardi, consulente del Governo, diceva qualche giorno fa che Napoli e Milano dovevano andare immediatamente in zona rossa. Io chiedo i dati al ministro e al presidente della Regione e i dati non arrivano, poi ascolto come tutti gli italiani il presidente del Consiglio che parla di zona gialla”.

Leggi anche: Coronavirus, Zaia: “Veneto zona gialla perchè il nostro modello ha funzionato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui