Covid nel mondo, in Usa record di ricoveri: Olanda, il lockdown non basta

0
30

La situazione Covid nel mondo fa registrare un record di ricoveri in Usa. In Olanda, invece, non basta il lockdown: arrivano nuove restrizioni.

Covid mondo
Continua ad essere critica la situazione pandemica (Getty Images)

La situazione Covid-19 nel mondo continua a peggiorare. Negli Usa sono ore caldissime, con le presidenziali in atto che nascondono un dato importantissimo, ossia, l’incremento dei ricoveri causati dal Coronavirus. Infatti i ricoveri da Covid-19 nel paese americano hanno superato quota 50 mila, facendo registrare un incremento del 60% rispetto alla settimana scorsa.

La cifra di ben 50.176 ricoveri è la più alta dallo scorso 7 agosto. Nonostante ciò i ricoveri restano minori rispetto ai 58.370 del 22 luglio. Stando all’opinione degli esperti, l’aumento dei casi è dovuto anche all’aumento degli incontri privati, con il dato influenzato senza ombra di dubbio dalla campagna elettorale. Ma non solo, infatti ad aumentare il dato è anche òa diminuzione delle temperature, che ha favorito l’incontro nei luoghi al chiuso.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Elezioni Usa 2020, Trump vs Biden: chi è in vantaggio

Covid nel Mondo, in Olanda non basta il lockdown di tre settimane: arrivano ulterioiri restrizioni

Covid mondo
Nuove misure restrittive nel paese olandese (Foto: Getty)

La situazione Covid-19 preoccupa ulteriormente anche l’Olanda, dove il lockdown di tre settimane non ha portato a nessun miglioramento. Infatti il premier Mark Rutte aveva imposto la chiusura parziale del Paese partendo da bar e ristoranti. Ma i dati sulla pandemia non hanno portato alcun miglioramento nonostante il calo dei contagi di settimana in settimana. Infatti i nuovi contagi erano scesi a poco più di 7.700 a settimana, dato che però non ha convito il Governo locale, pronto ad imporre nuove restrizioni.

Così Mark Rutte è pronto a ridurre al minimo ogni possibile punto d’attrazione sociale. Si è deciso quindi per la chiusura di musei, cinema, sex club e ogni luogo pubblico, tra cui anche le attività commerciali non essenziali. Inoltre cresce l’ipotesi di imporre un coprifuoco nelle aree in cui ild ato di contagio è in continua crescita, come ad esempio la città portuale di Rotterdam.

In merito alla situazione nel paese olandese, il premier Mark Rutte ha ricordato: “Non sta andando male, ma non sta andando nemmeno bene“. Il premier ha poi concluso affermando: “Il numero di casi deve diminuire velocemente. Questo è un messaggio difficile ma non c’è altro modo“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Olanda, treno deraglia e finisce sopra una statua – FOTO

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui