Coronavirus, Svizzera: aggiunte 4 regioni italiane alla lista rossa

0
35

La Svizzera ha deciso di aggiungere quattro regioni italiane alla lista rossa. Chi proviene da queste zone non può entrare nella nazione senza sottoporsi a un periodo di quarantena. 

Getty Images

La Svizzera ha creato una lista di paesi considerati ad alto rischio contagio. Chiunque provenga infatti da una delle nazioni citate, deve scontare un periodo di quarantena prima di mettere piede nel paese. E adesso l’Ufficio della Sanità pubblica svizzera ha deciso di aggiungere quattro regioni italiane alla lista. Si tratta di Campania, Sardegna, Veneto e Liguria. 

Leggi anche: Coronavirus in Francia, allerta massima in quattro città 

Coronavirus, De Luca: “ Siamo di fronte a numeri importanti”

Getty Images

In Europa intanto il numero dei contagi da coronavirus continua a preoccupare. Negli ultimi giorni, la Regione Campania ha subito un rapido incremento, registrando il record di 700 casi nelle ultime 24 ore. Un aumento che si scontra però con dei problemi organizzativi, come hanno testimoniato alcune immagini che raffigurano i cittadini campani in lunghissime file per sottoporsi ai tamponi. Una situazione che il governatore Vincenzo De Luca ha commentato affermando che “siamo di fronte a numeri importanti. Anche quest’oggi verranno segnati altri 700 casi di positività in Campania. Dobbiamo però dire che il 90-95% dei colpiti sono asintomatici”. Una delle soluzioni per uscire da questa situazione critica consiste a suo parere nel fare in modo che “le persone positive vanno collocate in isolamento domiciliare e non in ospedale. Però se si alza l’età media dei contagiati dobbiamo aspettarci diversi ricoveri in più”. Infine, interrogato su un possibile rischio lockdown del suo territorio, De Luca ha dichiarato che si prenderanno misure necessarie e non necessariamente quelle più comode. Esistono possibilità di chiusura dei confini regionali ma dipenderà dall’evolversi della situazione giorno per giorno. Dobbiamo continuare a monitorare i casi ma per ora siamo sotto controllo“.

Leggi anche: Coronavirus nel mondo, nuovo record di contagi: 338mila in 24 ore