Cina e Stati Uniti, la guerra del silicio e il ruolo di Taiwan

0
33

L’hanno chiamata guerra del silicio e riguarda la contesa tra le due superpotenze per un materiale indispensabile alla fabbricazione di smartphone e computer. 

Getty Images

Si chiama “Guerra del Silicio” ed è uno dei motivi meno conosciuti che hanno portato la tensione tra Cina e Stati Uniti oltre ogni limite. Un’espressione che in realtà, oltre alla contesa di questo elemento chimico, nasconde anche il dominio delle terre rare. Il centro focale della questione riguarda la produzione dei semiconduttori, indispensabili per gli smartphone e computer. Anche per questa questa guerra è stata denominata nel tempo come “Chip War”.  Per capire l’importanza e la vastità di questo scontro commerciale, basta riprendere una considerazione esposta nel 2018 dall’Economist in cui si affermava chiaramente che l’industria dei microprocessori è uno dei principali terreni di scontro tra Pechino e Washington per ambire al ruolo di superpotenza mondiale. 

Leggi anche: Usa, Trump e Melania positivi al Coronavirus: “Siamo in quarantena”

Il ruolo di Taiwan nella guerra del silicio

Getty Images

E il silicio è la materia prima che permette a questi di funzionare correttamente. Risulta dunque evidente che chi tra le due nazioni riuscirà per prima ad assicurarsi il predominio di questo elemento chimico, godrà di un vantaggio strategico immenso. Al momento, la maggior parte dei semiconduttori vengono prodotti a Taiwan, provincia ribelle di Pechino che gli Stati Uniti hanno da sempre tentato di rendere una loro roccaforte. Evidente, come il governo di Taiwan, rappresenti in questa guerra commerciale, il vero ago della bilancia. Basti solo pensare che le tre principali aziende della nazione hanno prodotto nel 2017 il 70 per cento dei semiconduttori in commercio. Una di queste imprese, la Tmsc, è la più grande fonderia di semiconduttori che esiste nel mondo.

Leggi anche: Social Network, negli Usa ritorna il dibattito sulla Sezione 230: che cos’è

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui