Coronavirus, cresce la diffusione dell’App Immuni: 5,9 mln di download

0
2

Coronavirus, cresce la diffusione dell’App Immuni: 5,9 mln di download. Dopo lo scetticismo iniziale sempre più persone stanno scaricando il sistema per il tracciamento

App immuni
Coronavirus, cresce la diffusione dell’App Immuni: 5,9 mln di download (Foto: Facebook)

L’applicazione Immuni sta lentamente crescendo nella diffusione generica in Italia, dopo un’iniziale diffidenza. Il modello di tracciamento per limitare i contagi da Covid-19 e lo scoppio di altri focolai, è stato introdotto nei mesi scorsi dal governo italiano, ripercorrendo il modello coreano. In Asia il progetto ha ricevuto un buon successo, con percentuali molto alte di condivisione e un effettivo risultato in termini sanitari. Conoscere lo stato di salute di chi si trova di fronte a noi è un aspetto molto importante ma che assume una significatività solo se a farlo sono la maggior parte della popolazione. Il fatto che non fosse obbligatoria, ma solo consigliata, ha limitato il suo successo. Pian piano però, anche Immuni ha raggiunto numeri leggermente più alti. Al momento attuale sono 5,9 milioni i download effettuati, con il 15% della popolazione “target raggiunta“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’accusa di Crisanti: “Le elezioni sono un’occasione distruttiva”

Coronavirus, cresce la diffusione dell’App Immuni: l’hanno scaricata 5,9 mln di persone

Immuni
Coronavirus, cresce la diffusione dell’App Immuni: 5,9 mln di download (Foto: Facebook)

L’App Immuni aveva come target di riferimento tutta la popolazione dai 14 anni in su, con la discriminante del possesso di almeno uno smartphone. Inizialmente la risposta è stata davvero fiacca, poco convincente e forse eccessivamente diffidente. Il sentore comune era di avere un’ulteriore forma di controllo istituzionale, che potesse limitare anche la libertà individuale, al di là dell’utilizzo sanitario. Negli ultimi giorni però si è assistito ad un’accelerazione significativa, con migliaia di nuovi download. Guarda caso solo nell’ultimo week end, ben 270mila cittadini l’hanno scaricata, proprio alla vigilia dell’apertura delle scuole. Un aspetto importante per controllare eventuali piccolo focolai che potrebbero aprirsi con il ritorno in aula di bambini e ragazzi.

Per quanto riguarda i risultati ottenuti finora, 221 persone registrate su Immuni sono risultate positive al Covid-19, permettendo tramite la notifica “Alert” di avvisare 3.080 soggetti, di cui circa 1.200 nei primi dieci giorni di settembre. I dati diffusi sono stati registrati dal 13 luglio, mentre l’App Immuni è disponibile online da inizio giugno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, si studia la soluzione spray: a breve i primi test

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui